meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Ven, 27/11/2020 - 11:20

data-top

venerdì 27 novembre 2020 | ore 11:41

Carlo e il suo immancabile tè...

La Turbighese piange Carlo Rava. Un esempio e un punto di riferimento per la società e per i tanti ragazzi che hanno giocato a Turbigo. "Sarai sempre con noi".
Turbigo - Carlo in uno dei tanti momenti con alcuni giocatori (Foto Facebook)

Le battute e le pacche sulla spalla con i giocatori e, poi, quel tè, che non mancava mai nell'intervallo tra primo e secondo tempo. Li chiamava i 'suoi ragazzi', perché per lui la Turbighese era molto di più di una normale società di calcio; era la sua 'seconda casa', il suo mondo, una parte importante della sua vita. Il Carlo (Rava), l'esempio e il punto di riferimento per intere generazioni. Il Carlo che era questo e molto altro ancora. "Non vederlo più al campo sarà dura - ricorda il presidente Giordano Garavaglia - Purtroppo, se ne è andato per sempre, ma ogni volta che ci ritroveremo Turbigo - Carlo Rava con alcuni amici della Turbighese per gli allenamenti o per la partita, è come se sarà di nuovo a fianco a tutti noi, a guidarci e ad indicarci la strada". Arrivato alla Turbighese nel lontano 1972, subito è diventato uno dei capisaldi della storica società del paese. "Se avevi bisogno, lui c'era - continua Garavaglia - Teneva a posto il terreno di gioco, aveva fatto il guardalinee, sistemava gli spogliatoi e, poi, l'immancabile thé, che preparava con grande cura per darlo ai ragazzi, nell'intervallo tra il primo e secondo tempo. Con i calciatori e con gli allenatori aveva un rapporto speciale: le battute che si scambiavano, qualche scherzo anche, i suoi borbottii e, alla fine, eccolo pronto a farsi in quattro per ciascuno di loro. E' stato una vera e propria 'chioccia' per intere generazioni. Non immaginate, infatti, quante telefonate di giocatori ed ex giocatori che ho ricevuto quando hanno saputo che non c'era più. Carlo ci mancherà moltissimo, però da lassù vogliamo che sappia che la Turbighese sarà sempre casa sua".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento