meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 10°
Mar, 27/10/2020 - 01:20

data-top

martedì 27 ottobre 2020 | ore 01:34

Magenta: quel locale negazionista...

Polemiche e recensioni negative per un noto pub di Magenta. "Se sei spaventato stai a casa!" si legge su un cartello affisso all'interno.
Magenta - Piatti di un noto locale del territorio

Prima alcune segnalazioni dei nostri lettori, poi le prime conferme da parte di nostri collaboratori che l'hanno sperimentato direttamente. Infine l'"onore" di comparire sulla prima pagina del 'Corriere della Sera' a firma di Massimo Gramellini. Stiamo parlando di un noto locale/pub di Magenta che sta balzando agli onori della cronaca per la scelta deliberata dei gestori di non rispettare le norme anti-Covid19, anzi... negandone quasi l'esistenza.
All'interno del bar, in bella mostra, è esposto un cartello che riassume il pensiero: "La nostra libertà non termina dove iniziano le tue paure. Se sei spaventato stai a casa!! Se hai paura di trovarti all’interno con altre persone non entrare in questo locale!!".
Le recensioni sul social si commentano da sole. "Entri e non ti misurano la temperatura, mascherine dei camerieri o inesistenti (barista) o portate con naso scoperto, solo un cameriere l’aveva addosso portata come si deve, bravo lui - si legge in una delle recensioni, pubblicata all’incirca una settimana fa -. Invece che tranquillizzare la clientela con cartelli che confermano la pulizia la disinfezione e le norme igienico-sanitarie che attuano, scrivono che se hai paura devi star a casa. Consiglio un ripasso del codice civile e di avere un po’ di rispetto per i dipendenti e i clienti. Ero in imbarazzo per loro, poveri dipendenti e poveri clienti. Si vede che questo locale non ha bisogno dei nostri soldi. Norme anti-Covid inesistenti, chissà cosa succede in cucina e come lavano i piatti bicchieri e forchette dato che non possiamo vedere... hamburger cmq buono".
Un altro utente ha pubblicato un'opinione simile: "Nonostante le nuove norme in Lombardia all'ingresso non viene misurata la temperatura, le persone sono fatte sedere una attaccata all'altra senza alternanza tra i tavoli anche avendo la possibilità essendo il locale molto grande e avendo i tavoli fuori che erano completamente vuoti. Le persone girano tranquillamente all'interno del locale senza indossare la mascherina e i camerieri la utilizzano ma spesso con naso e bocca completamente fuori…".
E se molte recensioni sono scomparse, la fortuna/sfortuna è che esistono gli screenshot che tramandano quanto compare online... insomma, nonostante il pesante tributo del nostro territorio (per morti, impegno di medici e infermieri, sacrifici di tutti), ancora c'è gente che vuole negare l'evidenza e addirittura mette a repentaglio chi si reca nel proprio pub, violando le norme previste. Come se il Coronavirus non fosse mai esistito, e non fosse ancora necessario prestare massima prudenza e attenersi alle misure di prevenzione.
Per fortuna, la stragrande maggioranza delle attività commerciali e dei locali, tra pesanti sacrifici e attenzioni, garantisce ogni giorno la sicurezza a tutti noi.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento