meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse, leggera pioggia 24°
Gio, 13/08/2020 - 21:20

data-top

giovedì 13 agosto 2020 | ore 21:45

Schiume Naviglio: "Un commissario"

Schiume nelle acque del Naviglio. Il sindaco di Turbigo, Christian Garavaglia: "Ho chiesto al presidente della Lombardia di nominare un commissario straordinario".
Turbigo - Schiume nel Naviglio (Foto d'archivio)

La richiesta, a firma del sindaco di Turbigo Christian Garavaglia, è stata mandata direttamente al presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. "Nomini un commissario straordinario": è questo, alla fine, in sintesi il messaggio che proprio nei giorni scorsi è stato fatto recapitare, appunto, al governatore lombardo. Perché la delicata questione delle schiume nel Naviglio è stata e continua ad essere un argomento di attualità, che non può e non deve passare come fosse la normalità. "Un tema certamente importante - dice Garavaglia - e verso il quale, come Amministrazione comunale, abbiamo da sempre posto particolare attenzione. Più nello specifico, il primo tassello messo in campo è stato sostenere e ribadire che la principale causa di quanto avviene sia dovuta agli scarichi del depuratore di Sant'Antonino; era fondamentale partire da qui, per, poi, poterci muovere nelle sedi opportune". In tale senso ecco, allora, una serie di incontri che, nel tempo, lo stesso governo di Turbigo ha fatto con gli enti competenti (Ats, Arpa, Regione e i gestori dell'impianto di depurazione). "Momenti fondamentali per cercare di individuare la fonte del problema e le possibili soluzioni - ribadisce il primo cittadino - Ma non ci siamo fermati a questo, anzi. Tante, ad esempio, le segnalazioni che sono state inviate ad Arpa, per chiedere di effettuare prelievi; quindi, numerose sono state anche le riunioni in Regione e, qualche tempo fa, personalmente ho chiesto un confronto con il presidente della Provincia di Varese (ricordiamo che il depuratore si trova, appunto, nel Varesotto), per sensibilizzare sulla tematica e valutare se ci fossero strategie da mettere in atto". Fino alle ultime due iniziative. "Da una parte abbiamo incaricato un laboratorio per ulteriori analisi delle acque in autonomia (attività ancora in corso) - conclude il sindaco - Dall'altra, invece, abbiamo scritto, direttamente, al presidente di Regione Lombardia, per richiedere di nominare un commissario straordinario che si possa occupare solo di questa tematica, in quanto si tratta di un argomento sovracomunale e sovraprovinciale su cui la Regione deve intervenire. Un commissario straordinario, insomma, perché soltanto con l'impegno preciso di una persona che provi ad individuare soluzioni mirate, si potranno fare passi in avanti".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento