meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 28°
Ven, 10/07/2020 - 11:20

data-top

venerdì 10 luglio 2020 | ore 12:29

"Il Comune faccia i test"

Dopo una prima istanza, nel mese di aprile, il Partito Democratico di Turbigo ne ha presentata un'altra, per chiedere che vengano effettuati i test sierologici in paese.
Salute - Test sierologici (Foto internet)

Una nuova richiesta. Una nuova istanza, che arriva dopo quella presentata ad aprile e che porta, ancora una volta, la firma del Circolo PD di Turbigo. E al centro dell'attenzione ci sono, nuovamente, i test sierologici per quanto concerne il COVID-19 verso i quali, appunto, la stessa realtà chiede all'Amministrazione un impegno concreto e mirato. "Il testo è stato depositato qualche giorno fa in Comune - scrivono - Nella precedente istanza, la risposta del sindaco era stata, in parole semplici, "Dobbiamo attendere le indicazioni della Regione". Ebbene, visto ora la persistente e totale indifferenza proprio della Regione e la sua sostanziale rinuncia ad essere un ente pubblico che vuole tutelare appieno la salute dei cittadini, abbiamo ritenuto doveroso insistere nel chiedere a chi governa Turbigo di agire autonomamente, non solo promuovendo e facilitando l'effettuazione di tali test sierologici presso il nostro paese, ma, soprattutto, sostenendo interamente i costi di questi ultimi che saranno effettuati a favore di alcune categorie più esposte al rischio contagio (quali operatori sanitari, membri di associazioni di volontariato, dipendenti comunali a contatto col pubblico, lavoratori di RSA, personale che fornisce beni di prima necessità, ecc...) o a persone che, in base a dichiarazione ISEE, presentino un reddito non superiore ad una determinata soglia".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento