meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 14°
Dom, 05/04/2020 - 20:50

data-top

domenica 05 aprile 2020 | ore 21:11

Dalla fantasia del cinema, i film su strani virus

Un po' per sdrammatizzare, ecco che proviamo a rievocare alcuni film/serie in cui scene di approvvigionamento massiccio portano a supermercati vuoti e strade deserte.
Televisione - Una scena di The Walking Dead

Anni e anni di film e serie tv ci hanno insegnato a 'sopravvivere'? Sembra una domanda ironica ma nel commento di molti sembra davvero di essere piombati in una realtà catastrofica. Ovviamente non è così, né per tipo di infezione né per limitazioni personali, ma scorrendo i social (pancia della gente) si legge e si trova di tutto. Soprattutto che per molti si è davvero un gradino oltre la paura. E allora, un po' per sdrammatizzare, ecco che proviamo a rievocare alcuni film/serie in cui scene di approvvigionamento massiccio portano a supermercati vuoti e strade deserte.

Virus letale
Un medico militare viene mandato in Africa per studiare un virus devastante. Torna convinto che possa diffondersi l'epidemia anche in USA. Nessuno gli dà credito finché in una cittadina della California si segnalano le prime vittime. Sotto c'è un ignobile complotto militare. 4° film hollywoodiano del tedesco Petersen, è un thriller d'azione dove lo spettatore è coinvolto, per la 1ª volta in misura così radicale, nel microcosmo della virologia e dell'immunologia.

The Walking Dead
Svegliatosi dal coma dopo essere rimasto ferito mentre era in servizio, il vice sceriffo Rick Grimes scopre che il mondo non è più come lo aveva lasciato. Un'apocalisse zombie ha devastato il pianeta e lui è uno dei pochi sopravvissuti. Disperato e disorientato, Rick cerca subito di ritrovare la moglie e il figlio scomparsi. Con loro, e un gruppo di sopravvissuti, viaggia attraverso il Paese in cerca di un nuova casa, lontano dalle orde di zombie.

Io sono leggenda
La vicenda è ambientata in una deserta e desolante New York del 2012, dove il brillante virologo militare Robert Neville (Will Smith) sta cercando di sviluppare un vaccino: nella città infatti si è diffusa una spaventosa epidemia, causata da un virus geneticamente modificato, che ha trasformato tutti gli essere umani in mutanti simili a vampiri.
Insieme al suo cane Samantha, Neville è rimasto l’unico sopravvissuto e vive cercando d'isolare il virus e trovare un antidoto. L'uomo esce di giorno, perché i mutanti non sopportano la luce e si nascondono dentro gli edifici abbandonati.

28 giorni dopo
Dopo che un gruppo di animalisti ha tentato di liberare degli scimpanzé infetti a Cambridge, un virus altamente contagioso, che provoca un'incontrollabile rabbia omicida, si scatena nel Regno Unito, diffondendosi rapidamente tra la popolazione e provocando il collasso della società.
Esattamente ventotto giorni dopo, il corriere irlandese Jim (Cillian Murphy) si risveglia solo e confuso in un ospedale nel cuore di Londra. Vagando per la città non vede altro che desolazione, le strade sono vuote. Nella vana ricerca di capire dove siano tutti e cosa sia successo, viene attaccato da un gruppo d'infetti, ma viene salvato dai sopravvissuti Selena (Naomie Harris) e Mark.

Light of my life
Light of My Life, il film diretto ed interpretato da Casey Affleck, è un dramma post-apocalittico che segue la storia di un padre (Casey Affleck) che cerca di proteggere la sua giovane figlia di undici anni, Rag (Anna Pniowsky). Siamo in un mondo dove una misteriosa malattia ha ucciso la maggior parte delle donne, sterminando quasi del tutto la popolazione femminile, e reso brutali e senza scrupoli gli altri esseri umani uomini sopravvissuti.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento