meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 10°
Gio, 21/11/2019 - 18:50

data-top

giovedì 21 novembre 2019 | ore 19:28

Autunno in... mostra

Con l'autunno è bello perdersi per Milano, andando alla scoperta delle varie mostre. Ma quali vedere, allora, nel capoluogo? Ecco alcune di quelle da non perdere.
Solo cose belle - Visita ad una mostra (Foto internet)

La stagione autunnale è arrivata, il tempo ideale per fare un giro in città, da soli o con la famiglia, e fare una scorpacciata d'arte e di cultura. Sì, perché a Milano sono arrivate o stanno per arrivare delle esposizioni davvero da non perdere: alcune dedicate a scienziati controversi, altre a pittori grandiosi, altre ancora a fotografi esordienti e ricchi di talento. Pronti per fare il pieno di bellezza e di cultura? L'autunno non è mai stato così interessante a Milano.

Unpublished photo 2019
Presso la galleria d'arte 29 arts in progress, vicino a Sant'Ambrogio, sono ora (fino al 5 ottobre) in mostra le fotografie di 6 giovani autori del panorama fotografico italiano e internazionale, selezionati per la seconda edizione di "UNPUBLISHED PHOTO 2019", l'appuntamento annuale della galleria dedicato alle nuove espressioni dell'arte fotografica. Gli artisti selezionati, su più di 155 candidature pervenute, sono: Farnaz Damnabi con “Playing is my right”, un poetico reportage ambientato nei villaggi della provincia del Golestan in Iran; Matteo Losa con “La via della fiaba” il suo personale percorso di crescita interiore, seguendo i concetti fondamentali della fiaba classica; Jian Luo con “Deep Red” racconta la vita religiosa tradizionale in Tibet; Luca Marianaccio con “404 Not Found” propone una riflessione sulla società moderna pervasa dalla tecnologia; Matteo Piacenti con “Irrazionali ma coscienti” ritrae soggetti giovanissimi talvolta segnati da difficili condizioni personali e generazionali; infine, Daniela Pusset con “INTER∞CONEXO” racconta le favelas di San Paolo mediante centinaia di piccole fotografie che compongono dei collage.
Nikola Tesla Exhibition
Per la prima e unica tappa in Italia, arriva a Milano la Nikola Tesla exhibition, la mostra museo interattiva più grande al mondo dedicata allo scienziato serbo-americano. L’esposizione, realizzata da Venice Exhibition in collaborazione con il “Nikola Tesla Museum” di Belgrado, sarà aperta al pubblico a partire dal 5 ottobre presso lo Spazio Ventura XV a Lambrate. Sarà possibile entrare nella riproduzione reale e fedele del laboratorio di “Colorado Springs”, dove nel 1899 Tesla si trasferì e riprodusse i famosi fulmini artificiali, e assistere allo spettacolo del “Big Coil” di Tesla, ovvero la bobina che riproduce le scariche elettriche molto simili a quelle prodotte in natura.
Leonardo e la Madonna Litta
Il Museo Poldi Pezzoli presenta dal 7 novembre al 10 febbraio “Leonardo e la Madonna Litta” una mostra di grande importanza, in cui sarà esposto eccezionalmente a Milano, per la prima volta dopo quasi trent’anni,il celebre dipinto dell’Ermitage, fra i massimi capolavori del museo nazionale russo. La mostra è stata inclusa fra le celebrazioni nazionali dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci promosse dal MIBAC - Ministero dei beni e delle attività culturali, e in quelle promosse dal comitato territoriale di Milano e della Lombardia. Infatti, insieme alla Madonna Litta verrà presentato un nucleo selezionatissimo di opere – una ventina tra dipinti e disegni di raffinata qualità - provenienti dalle collezioni pubbliche e private di tutto il mondo, eseguiti da Leonardo e dai suoi allievi più vicini (da Giovanni Antonio Boltraffio a Marco d’Oggiono, dall’ancora misterioso Maestro della Pala Sforzesca a Francesco Napoletano) negli ultimi due decenni del Quattrocento, quando il maestro viveva ed era attivo a Milano, presso la corte di Ludovico il Moro.
Guggenheim - La Collezione Thannhauser Da Van Gogh a Picasso
Il 16 ottobre a Palazzo Reale apre la mostra 'Guggenheim, la Collezione Thannhauser Da Van Gogh a Picasso', che resterà aperta fino al 1° marzo 2020. La mostra presenta circa cinquanta capolavori dei grandi maestri impressionisti, post-impressionisti e delle avanguardie dei primi del Novecento, tra cui Paul Cézanne, Edgar Degas, Paul Gauguin, Edouard Manet, Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Vincent van Gogh e un nucleo importante di opere di Pablo Picasso. E racconta la straordinaria collezione che negli anni Justin K. Thannhauser costruì per poi donarla, nel 1963, alla Fondazione Solomon R. Guggenheim, che da allora la espone in modo permanente in una sezione del grande museo di New York.

Invia nuovo commento