meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia
Mer, 28/02/2024 - 01:20

data-top

mercoledì 28 febbraio 2024 | ore 01:37

ComunicarÈ… mirato

Quando la pubblicità si fa vedere solo dalle persone giuste.
Rubrica 'ComunicarE' - Home page di Logos

Vi sarà sicuramente capitato di navigare sul web per leggere le ultime notizie di politica o di sport e di veder spuntare alla vostra destra la foto di quelle scarpe da ginnastica bellissime che siete indecisi se comprare. Quante volte le avete cercate online per scovare il negozio, fisico o virtuale, che faccia il prezzo migliore… e ora eccole lì, a tentarvi senza pietà. Magia? Miracolo? Mentalismo? No, si chiama programmatic advertising.

Che cos’è il programmatic advertising
Si tratta, letteralmente, di pubblicità computerizzata. A comprare gli spazi pubblicitari online è, infatti, un computer. Che basa la propria forza su un’inesauribile fonte di dati sul pubblico di riferimento, ovvero il web, che ci “spia” attraverso i celeberrimi cookies e dice al computer quale pubblicità è più probabile che ci interessi. I cookies, infatti, sono le tracce che durante la navigazione lasciamo sui vari server web. È proprio attraverso questi indizi che la marca di scarpe da ginnastica intuisce il nostro desiderio (o meglio, è il computer a farlo) e ci mostra in primo piano proprio quello che vogliamo.

La risposta alla pubblicità invasiva?
Non solo sul web: secondo molti, il programmatic advertising diventerà la normalità anche in tv. Ora abbiamo la tv on demand, presto anche la pubblicità sarà altrettanto su misura. Questo perché tale tipo di annuncio pubblicitario sembra la risposta concreta a una certa ostilità del consumatore nei confronti della promozione a pagamento, sentita come fastidiosa e invasiva. Il rischio, però, è di creare dei pubblici sempre più targetizzati e a compartimenti stagni: non è detto che, se cerco una scarpa da ginnastica, non possa innamorarmi anche di un bel paio di scarpe col tacco o di mocassini. Arriverà, allora, la pubblicità a prevedere i nostri stessi desideri?

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento