meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 19°
Gio, 18/07/2019 - 01:50

data-top

giovedì 18 luglio 2019 | ore 02:27

Il Circolo degli Angeli Scalzi

A Cuggiono è stato presentato il nuovo circolo culturale, che ha donato per tre giorni alla comunità 'La Maddalena' e la mostra personale di Angelo Bartolini
IMG_0605.PNG

È stato presentato nella splendida cornice di Villa Clerici a Cuggiono, ammantata da un tiepido tramonto autunnale, il circolo culturale ‘Angeli scalzi’. 11 i fondatori del circolo culturale, come l’11 novembre, estate di San Martino, scelto per la presentazione ufficiale. Il gruppo si è presentato con un impegno culturale profondo, mettendo subito insieme diverse realtà artistiche, diverse manifestazioni del bello, in un’unica iniziativa, di ancora maggior valore. Presente il Vice Sindaco di Cuggiono in rappresentanza dell’Amministrazione locale, che ha voluto salutare la nascita di questo circolo culturale, nuova testimonianza del fervore artistico e culturale della comunità cuggionese. Alla serata hanno presenziato anche il Senatore Sante Zuffada e l’Onorevole Luca Squeri, che hanno ringraziato Mario Mantovani per l’ospitalità e per l’iniziativa di valore per la comunità.
Il neonato ente culturale ha voluto presentarsi alla cittadinanza con ben due iniziative, appunto: un gradito ritorno e un ospite d’eccezione. Si è celebrato, infatti, il ritorno a casa, a Cuggiono, del quadro ‘La Maddalena’, ritrovato da Maria Giovanna De Gregorio ed esposto presso la villa, della pittrice Carola De Agostini. Una figura straordinaria, che già nei primi anni del ‘900 partecipava alle esposizioni di Brera, dopo esserne stata allieva e frequentatrice. Una donna di successo, come dimostra l’attribuzione al quadro del Premio Fumagalli nel 1910. Una donna unica e straordinaria, esponente della corrente artistica della Scapigliatura, che riusciva a permettersi già in quegli anni, seppur donna, di esprimere emozioni e opinioni attraverso il proprio coraggio e le proprie capacità artistiche personali. Il Prof. Lettieri, che ha condotto il pubblico per mano alla scoperta di questo tesoro, ha voluto sottolineare la sofferenza esistenziale di una donna che cerca il proprio affrancamento, in una condizione socio-culturale per il genere femminile così diversa da quella di oggi, che mette su tela la Maddalena per ritrovarsi in quella stessa figura. La seconda iniziativa è l’esposizione personale di Angelo Bartolini, pittore di terra e di mare, ligure originario di Bellaria.
Il regalo che il circolo culturale appena nato ha voluto fare alla comunità cuggionese, ovvero la duplice esposizione, è rimasto aperto al pubblico anche nelle giornate di domenica 12 e luned 13 novembre. Guide d’eccezione: le studentesse del Liceo ‘S. Quasimodo’ di Magenta.

Invia nuovo commento