meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 12°
Mer, 16/01/2019 - 13:20

data-top

mercoledì 16 gennaio 2019 | ore 13:58

Articoli di Simone Cislaghi

“Sono 130.000 gli italiani sieropositivi che possono ora condurre una vita pressoché normale”
Rubrica 'Frecce sui giorni nostri' - HIV (da internet)

Chi di noi ha almeno quarant’anni, ricorderà gli spot televisivi anti-AIDS che il Ministero della Sanità - così si chiamava allora - mandava in onda nei primi anni Novanta a ritmo martellante. Si trattava di brevissimi filmati che - con chiarezza e semplicità - illustravano come si trasmettesse il virus dell’HIV. In quegli anni, la malattia che deriva dall’HIV, cioè l’AIDS, portava alla morte nell’arco di pochi anni. Il virus HIV si trasmette con scambio di sangue infetto e attraverso i rapporti sessuali non protetti.  continua... »

“Chi non sa, studi, oppure – se non può o non vuole – si affidi a chi sa: non c’è altra via”
Rubrica 'Frecce sui giorni nostri' - Il professor Burioni (da internet)

Il professor Burioni, medico di fama internazionale, insultato perché dice che la scienza non è democratica. È ovvio, ha ragione Burioni: la scienza non è democratica, giacché si basa sui dati di fatto, non sulle opinioni, senza contare, poi, che l’opinione di chi non ha studiato è irrilevante in campo scientifico. Chi non sa, studi, oppure - se non può o non vuole - si affidi a chi sa: non c’è altra via.  continua... »

“Bisogna svegliare quelli che ancora non si sono accorti che viviamo in un mondo interdipendente”
Rubrica 'Frecce sui giorni nostri' - Mondo connesso (da internet)

Le paure ci dividono, ma i bisogni ci uniscono. Bisogna svegliare quelli che – tra noi – ancora non si sono accorti che viviamo in un mondo che è diventato interdipendente. È stata la rivoluzione industriale a renderlo tale; è stato lo sviluppo della tecnologia e delle capacità di viaggiare e comunicare rapidamente a renderlo tale. Fin dall’invenzione del telegrafo, il mondo è andato rapidamente verso quella che oggi chiamiamo globalizzazione. È un processo irreversibile.  continua... »

Anche alle nostre latitudini, i simboli cristiani, in particolare il Crocifisso, è diventato un’arma di lotta politica ed ha fatto la sua comparsa in un comizio pubblico.
Rubrica Frecce sui Giorni Nostri - Crocifisso (da internet)

Qualche mese fa parecchi si sono chiesti cosa stesse succedendo in Polonia, Paese dove il cattolicesimo è una quercia indomita e dove alcuni partiti stanno usando la religione come strumento per la lotta politica: dalla difesa delle tradizioni, al rifiuto di condividere con gli altri membri dell’UE (la Polonia è entrata nel 2004 e da allora gode di significativi benefici economici).  continua... »

“E’ stata la TV, più ancora della scuola e della leva, a dare l’unità linguistica”
Rubrica Frecce sui Giorni Nostri - Televisione (da internet)

Televisione cattiva maestra si intitola uno scritto polemico di Karl Popper. Correvano gli anni Ottanta. Da allora la televisione, al principio del decennio successivo, si è accompagnata ad internet e a quel mondo che internet ha plasmato. Mi riferisco anzitutto a quelli che vengono definiti social network, cioè a quegli strumenti di condivisione di contenuti che permettono a ciascuno di noi di rendere pubblico ciò che facciamo, dove andiamo, quel che pensiamo, quel che ci piace e ci dispiace. Si tratta di un insieme di mezzi potentissimi e di eccezionale popolarità.  continua... »