meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 19°
Mar, 04/10/2022 - 10:50

data-top

martedì 04 ottobre 2022 | ore 11:20

A Lonate Pozzolo una serata in... montagna

Con lo Sci Club S. Antonino in ricordo dell'ex presidente e fondatore
Il libro di Marco Confortola

Per il quarto anno torna nel nostro territorio 'Una serata in montagna', bellissima iniziativa organizzata dal consiglio direttivo dello Sci Club Sant'Antonino Ticino in ricordo dell'ex presidente e fondatore Roberto Brusatori. L'appuntamento sarà per domani (venerdì 27 novembre), alle 21.15, presso la sala polivalente del Monastero di San Michele a Lonate Pozzolo. Ospite d'eccezione dell'evento sarà l'alpinista di fama internazionale Marco Confortola, che, per chi ancora non lo conosce, è stato tra gli sfortunati protagonisti, nonché superstite, della drammatica vicenda sul K2, nell'agosto del 2008 (sono state, purtroppo, ben undici le vittime). Il 38enne, attraverso la proiezioni di filmati e in prima persona affronterà il tema della serata, dal titolo K2 in punta di piedi', raccontando quei terribili momenti, grazie anche alla presentazione del suo libro 'Giorni di Ghiaccio. Agosto 2008. La Targedia del K2', al cui interno sono raccolti racconti e testimonianze dell'episodio. L'ingresso sarà libero. "Ci aspettiamo numerose presenze - ha commentato l'organizzatore, Marco Brusatori - considerata la notorietà di Confortola, impegnato anche in ambito sociale con attività rivole, in modo particolare, ai giovani".
MA CONOSCIAMO MEGLIO MARCO CONFORTOLA:
Nato a Bormio il 22 maggio 1971, attualmente vive a Uzza, frazione di S.Caterina Valfurva (So). Alpinista di fama internazionale, nel 1993 è diventato guida alpina, essendo, tra l'altro, per quattro anni il più giovane d'Europa a ricoprire questo ruolo. Nel 2002 ha realizzato il concatenamento tra le pareti nord del Tresero, del Pedranzina, del Dosegu, del San Matteo e del Cadini, in 8 ore e 40 minuti, picozza e ramponi in salita, sci in discesa. Nel 2003 ha compiuto la prima discesa italiana e la seconda a livello mondiale del nord dell'Ortler (3 mila 902 metri). Nel 2004 ecco il primo 8 mila, l'Everest (con Marco che è il primo valtellinese ad arrivare in cima al 'tetto del Mondo'). Sempre nello stesso anno ha fatto parte della spedizione al K2, in occasione del 50esimo anniversario della prima ascensione ad opera degli italiani Compagnoni e Lacedelli, ma è costretto, purtroppo, a rinunciare. Nel 2005 un altro concatenamento: quattro pareti, Ortler, Gran Zebrù, Piccolo Zebrù e Tresero (7 ore e 40 minuti). Poi, nuovamente, sugli 8 mila, in due anni: 2005/2007 ne conquista 5, 2 volte lo Shisha Pagma, cima centrale e principale, l'Annapurna, il Cho Oyu e il Broad Peak. Non passano molti mesi che Confortola è ancora sull'Everest, per una spedizione a scopo scientifico per installare la stazione metereologica più alta del mondo. E' il prologo alla drammatica spedizione al K2 dell'agosto dello scorso anno.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!