meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 17°
Dom, 27/09/2020 - 12:20

data-top

domenica 27 settembre 2020 | ore 12:42

Strade che ci collegano

Territorio - una galleria della Boffalora - Malpensa

Un secolo fa, nelle vie dei nostri paesi, sbuffava il vecchio e fascinoso ‘Gamba de Legn’. Il suo scorrere nei comuni del castanese portò progresso, lavoro e sviluppo. A cento anni di distanza ci apprestiamo ad inaugurare un’opera pubblica che potrebbe davvero rivoluzionare il nostro territorio, proprio come avvenne allora. Tre mesi or sono lanciammo una serie di inchieste denominate ‘I cento giorni alla Boffalora - Malpensa’: sapevamo che l’areoporto e le infrastrutture influiscono molto più di quanto si pensi, sui destini sociali e politici di un territorio. Ora il momento tanto atteso è arrivato. I cantieri, nonostante un ritardo di lavori di alcuni anni, sono conclusi. Abbiamo percorso la strada per provarla in anteprima: crediamo di poter dire che la sua apertura rivoluzionerà gli spostamenti locali ben più di quanto si possa immaginare. E’ suggestivo pensare ai nomi abbinati alle gallerie dell’opera: da quella dedicata a Santa Gianna Beretta Molla (in omaggio alla Santa meserese) a quella di Papa Urbano III (che non tutti forse sanno, ma era orginario di Cuggiono). Il passato che ritorna e che diventa testimonianza per coloro che attraverseranno, magari solo di sfuggita, questa campagna vista ‘dal basso’. In questo mondo sempre più globalizzato dove ci si video-chiama tra continenti, gli spostamenti terrestri sono rimasti la maggior ‘perdita di tempo’. Questa piccola grande strada può aiutare molto. Ormai il territorio è stato ‘devastato’ in lungo e in largo, non rimane che cercare di evitare che questa potenziale risorsa ora diventi uno spreco. A noi il compito di salvare le tradizioni.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo