meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 18°
Mar, 16/08/2022 - 05:20

data-top

martedì 16 agosto 2022 | ore 06:18

Italia "Ahi... come fa male!"

Siamo fuori. La nostra Nazionale per la seconda volta in quattro anni saluta i mondiali dopo il girone. Tre gare, una vittoria e due sconfitte con Costa Rica e Uruguay.
Sport nazionale - Buffon e Balotelli (Foto internet)

"Ahi... se fa male". Perché per la seconda volta in quattro anni ce ne torniamo a casa ai gironi. Siamo fuori. Ancora. Di nuovo. Come nel 2010 in Sudafrica. L'Italia saluta ufficialmente il Mondiale e lo fa, forse, nel modo peggiore possibile. E non è solamente per l'eliminazione, ma anche e soprattutto per quello che abbiamo fatto vedere in Brasile. Una vittoria e due sconfitte in tre partite, infatti, sono lo specchio di una Nazionale, che forse ci aveva illuso due anni fa agli Europei (arrivando in finale. Sappiamo, poi, come, purtroppo, è andata a finire con la Spagna), ma che in realtà dopo l'anno d'oro del 2006 è stata poco o nulla. Va bene, adesso, al termine dei 90 minuti con l'Uruguay, potremmo appellarci a qualsiasi alibi (l'espulsione di Marchisio o la mancata 'cacciata' dal campo di Suarez), invece se davvero vogliamo tornare ad essere competitivi, dobbiamo riflettere, e farlo seriamente ed in fretta, sul fatto che non si può sperare di arrivare fino in fondo ad una coppa del Mondo giocando come abbiamo giocato in sud America. Avevamo cominciato bene (il 2 - 1 sull'Inghilterra), bastava non affrontare il Costa Rica con la supponenza e la convinzione che tanto i 3 punti prima o poi sarebbero arrivati. E con l'Uruguay, stasera, qualsiasi risultato ci avrebbe spalancato le porte degli ottavi. Ma no! Ora le uniche porte che, purtroppo, si spalancheranno sono quelle dell'aereo che domani ci riporterà a casa, in Italia. Un'Italia delusa ed amareggiata.

LE PAGELLE AZZURRE

BUFFON 6 - Il capitano lo aveva detto "Se usciamo sarà un fallimento!". Ci tiene a galla con una parata delle sue, ma alla fine si deve arrendere.

CHIELLINI 6 - Convince un po' di più rispetto alle prime due partite. Non convince però come con la Juventus.

BONUCCI 6 - Tiene la posizione ed il campo, bloccando Suarez e compagni. Vede sfumare il sogno ottavi quando ormai sembrava fatta.

BARZAGLI 6 - Il più convincente nelle tre partite dei difensori. Peccato per l'eliminazione, avrebbe meritato di andare avanti.

DE SCIGLIO 5,5 - Recuperato e subito in campo. Non convince, diamogli l'attenuante della giovane età.

DARMIAN 5,5 - Bene aveva fatto con l'Inghilterra. Poi è calato, forse per preoccupazione, forse per stanchezza.

PIRLO 5,5 - Giocare tre gare così ravvicinate non è facile per nessuno. Lui ci mette la sua classe, ma non è sufficiente.

VERRATTI 6,5 - Forse se col Costa Rica fosse stato in campo... Qualche giocata da fuoriclasse e la vivacità che ci avrebbe fatto comoda in tutte e tre le sfide.

MARCHISIO 5,5 - Rosso discutibile. In calo, però, anche lui rispetto alla bellissima prova dell'esordio.

IMMOBILE 5 - Doveva essere l'attaccante che penetrava nella difesa avversaria. Fuori dal gioco. Ci prova, senza riuscirci.

BALOTELLI 5 - Il solito 'SuperMario': usa più la bocca che i piedi. E meno male che questo doveva essere il suo Mondiale.

PAROLO 6,5 - Almeno ci mette carattere e corsa. Forze fresche in campo e Marco cerca di sorprendere l'Uruguay.

CASSANO 5,5 - L'unico e sicuramente il suo ultimo Mondiale. Ha sfruttato davvero male le occasioni avute.

THIAGO MOTTA 6 - Non ha il tempo di entrare davvero in partita. Prova a portare la sua esperienza. Alla fine non serve.

PRANDELLI 5 - Il voto non è tanto per la partita con l'Uruguay, ma per tutto il Mondiale. Criticato, attaccato, bacchettato da tutti a da tutto. Ma lui porta avanti le sue scelte, sbagliando, almeno per alcune. Se tornasse indietro, forse deciderebbe altrimenti. Non sempre, però, è sempre e solo colpa del commissario tecnico. Tutti dovrebbero farsi un esame di coscienza.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento