meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto 11°
Sab, 02/03/2024 - 16:20

data-top

sabato 02 marzo 2024 | ore 17:15

Van Wilder conquista la 'Tre Valli'

Alla Tre Valli Varesine 2023 è nata una stella. E’ Ilan Van Wilder, fiammingo della Soudal-Quick Step.
Sport - Van Wilder conquista la 'Tre Valli'

Alla Tre Valli Varesine 2023 è nata una stella. E’ Ilan Van Wilder, fiammingo della Soudal-Quick Step. Van Wilder con perfetta scelta di tempo e grandi meriti è vincitore dell’edizione 102. E’ stata una gara spettacolare, in una stupenda giornata di sole. In mattinata da Busto Arsizio a Varese hanno gareggiato le ragazze elite e la Campionessa di Germania Liane Lippert si è imposta nella terza Tre Valli Women E-Work davanti alla danese Cecilie Uttrup Ludwig e alla cuneese Elisa Balsamo. Tante plurititolate hanno onorato la classica della Binda contendendosi la vittoria sulla distanza di 112 chilometri.

Alla tre Valli maschile hanno partecipato 172 corridori. Già nei primi chilometri è nata una fuga grazie a Sanuele Battistella, Remy Rochas, Francesco Busatto, Gonzalo Serrano, Ewen Costiou, Erik Fetter, Alessio Martinelli, Walter Calzoni, Gianluca Brambilla. Per molti chilometri il terzetto composto da Matteo Vercher, Natnael Tesfatsion e Kevin Vermaeke ha inseguito i battistrada. La corsa dopo il tratto in linea ha cominciato il settore in circuito a breve raggio. Durante il primo degli otto giri dell’anello da 12, 8 chilometri il vantaggio dei battistrada è aumentato al cospetto di immediati inseguitori e gruppo con Pogacar, Roglic e gli altri vip. Al termine del secondo giro i battistrada vantavano 3 minuti sui 3 immediati inseguitori e 5 sul gruppo. Il francese Costiou ha poi perso contatto dai battistrada per foratura.

Al termine del terzo giro del circuito caratterizzato dalle salite di Montello e Casbeno sono rimasti al comando Battistella, Rochas, Busatto, Serrano, Fetter, Martinelli, Calzoni, Brambilla. Nel frattempo il gruppone ha riassorbito gli immediati inseguitori Tesfatsion, Costiou, Vercher e Vermaeke. Con estrema decisione Battistella, Rochas, Busatto, Serrano, Fetter, Martinelli, Calzoni e Brambilla hanno completato il 5° giro con 4’38” sul gruppo. La fatica ha cominciato a farsi sentire al sesto giro e davanti sono rimasti Battistella, Rochas, Busatto, Serrano, Fetter, Calzoni e Brambilla. L’ardore di Jay Vine e altri alfieri Uae – Emirates ha fatto poi diminuire il margine a favore del gruppo di attaccanti che dopo 130 chilometri di corsa ha perso Serrano e Martinelli. E al settimo giro tra gli uomini all’attacco ha finito la benzina pure Gianluca Brambilla del team Q36.5. La squadra di matrice elvetica ha tuttavia continuato ad avere in testa alla corsa il bresciano Calzoni.

Nel settore conclusivo sul circuito di 25 chilometri (da scalare Morosolo e Casciago, oltre al Casbeno) gli unici protagonisti della fuga iniziale a rimanere al comando sono stati Francesco Busatto della Intermarché-Circus e Calzoni. Prima del suono della campana che segnala un giro alla conclusione il gruppo dei migliori si è avvicinato a Calzoni e Busatto. Barguil e Kelderman hanno raggiunto i due giovani italiani. Francesco Busatto ha ceduto, mentre Calzoni è rimasto in scia a Kelderman e Barguil per diversi chilometri.

Dopo che il gruppo con Roglic e Pocacar ha raggiunto il trio ci sono stati svariati tentatuvi d’evasione. L’andatura dei gregari di Roglic e Pogacar sulla salita principale ha fatto sgretolare il gruppo. Davanti sono rimasti Mas, O’Connor, Rodriguez Cano, Ion Izaguirre, Zana, Woods, Pogacar, Roglic, Vlasov, Carapaz e Van Wilder. A Cascigo con perfetta scelta di tempo Van Wilder si è involato. Sembrava un tentativo timido, invece si è rivelato decisivo benchè il vantaggio sia rimasto per alcuni chilometri di 15”.

In effetti alle spalle di Van Wilder essendoci al massimo un corridore per squadra nessuno si è sacrificato e così l’alfiere Soudal – Quick Step è diventato imprendibile, col vantaggio che si è ulteriormente dilatato. Solo l’ecuadoriano Carapaz a 1500 metri dalla conclusione si è sbarazzato dei compagni d’avventura, volando a cogliere la seconda posizione. Davanti Van Wilder aveva già alzato le braccia. Per il belga quella di Varese è la gioia più grande della giovane carriera. Vlasov ha regolato gli altri inseguitori nello sprint per la terza piazza e Pogacar, vincitore nel 2022, quest’anno si è dovuto accontentare della quinta posizione.

"Grandi emozioni. Ogni anno come il primo giorno di scuola: arrivi con il batticuore, tante speranze e adrenalina. In un solo giorno tutto il lavoro di un anno si concretizza. I pezzettini del puzzle magicamente si mettono insieme, ognuno al proprio posto ed ecco che appare la Tre Valli Varesine – Afferma Renzo Oldani, presidente della Società Ciclistica Alfredo Binda. Siamo emozionati. Le piu’ forte cicliste e i ciclisti professionisti al mondo sono venuti qui da noi a dare il massimo. Gare di altissimo livello che premiano gli sforzi di tutte le persone della Società Ciclistica Binda che non si sono mai risparmiati. Un ringraziamento per l’importante supporto va alle Istituzioni che credono nel progetto e ai nostri sponsor che ci danno la possibilità di creare questo sogno. La nostra Tre Valli Varesine donne e uomini è una perla rara da amare, conservare e proteggere. Un momento non solo di ciclismo ma anche di storia, tradizione e valorizzazione di un territorio meraviglioso.

All’organizzazione degli eventi 2023 contribuiscono in maniera significativa il Ministero dello Sport, Ministero del Turismo, Regione Lombardia, Provincia di Varese, Comune di Varese, Comune di Busto Arsizio, la Camera di Commercio di Varese, la Comunità Montana Valli del Verbano.

Fondamentale il supporto delle Istituzioni del territorio: Provincia di Varese, Varese Convention & Visitors Bureau, Federalberghi Varese, Confcommercio Ascom Varese oltre che con la Prefettura di Varese, la Questura di Varese, i Carabinieri di Varese, la Guardia di Finanza, Polizia Stradale di Milano, Polizia Stradale di Varese, Polizia Provinciale, Polizia Locale, Anas Lombardia, Protezione Civile e la Croce Rossa Italiana Varese oltre che con l’Ospedale di Varese e AREU 112.

A rendere possibile l’organizzazione di un programma così ricco di iniziative fanno squadra importanti e affiatate realtà economiche come Banco BPM, e-work, HUPAC, Ferrovie Nord, SPECIALIZED, MAPEI, Lereti, Elmec, Acinque – Energia che Unisce, Tigros, HSA Cosmetics con Nouvelle, DACIA Italia con Centro Car Cazzaro di Saronno e Paglini, IWT, All4Cicling, ProAction, FSA, Vision.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento