meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto, pioggia
Ven, 23/02/2024 - 08:20

data-top

venerdì 23 febbraio 2024 | ore 09:09

Autostrada: quanto ci costi?

dare il benvenuto al 2023 che subito ecco che sono scattati i vari aumenti. Tra questi c’è, ad esempio, il pedaggio autostradale.
Territorio - L'autostrada A4

Anno nuovo, sorprese (se così si possono chiamare) vecchie. Perché nemmeno il tempo di dare il benvenuto al 2023 che subito ecco che sono scattati i vari aumenti. Tra questi c’è, ad esempio, il pedaggio autostradale. Già, quanto costa, insomma, percorrere le nostre autostrade? Di quanto è stato, alla fine, il rincaro rispetto al 2022? E, allora, pronti a scoprirlo. Come? Percorrendone proprio una. Via che si va, dunque: quella scelta è l’A4 Milano-Torino; così, il tempo di raggiungere il casello Marcallo-Mesero e prendere il biglietto, e siamo in viaggio. Un breve tratto, fino alla barriera di Milano Ghisolfa, giusto per avere un’idea più precisa e dettagliata della situazione attuale. Costo: 3,60 euro; 10 centesimi in più a confronto dell’anno appena passato. 10 centesimi che, a dirli, quasi possono sembrare pochi, ma che in realtà, tenendo conto tra andata e ritorno (però pure solo per un unico spostamento), sono un aumento che va ad incidere, inevitabilmente, eccome sul bilancio singolo di ciascun fruitore dell’autostrada. Tante sono le persone che, ogni giorno, la utilizzano, chi per raggiungere il posto di lavoro, chi per andare nei rispettivi istituti scolastici o chi, invece, per commissioni e impegni personali. 10 centesimi in più che alla lunga sono un incremento importante. 10 centesimi, come spiegavamo all’inizio, per un tragitto davvero di pochi chilometri. E se i primi giorni del nuovo anno sono cominciati così, senza voler essere pessimisti, non vogliamo pensare cosa dobbiamo aspettarci dai mesi che ci attendono.

AUTOSTRADA: QUANTO CI COSTI?

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento