meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 20°
Lun, 04/07/2022 - 23:20

data-top

lunedì 04 luglio 2022 | ore 23:58

Maturità: al via la prima prova scritta

Torna la prima prova scritta dell'esame di maturità. Le tracce d'esame scelte dal Miur tra sondaggi, ipotesi e conferme.
Scuole - Maturità

Fischio d’inizio per gli oltre 539 mila studenti che questa mattina, dizionario alla mano, sono tornati in aula per la prima prova scritta dell’esame di maturità. Un rito di passaggio che segna la fine di un percorso di studi che mai come negli ultimi due anni si è rivelato complesso e articolato. Sei ore a disposizione e sette tracce divise in tre categorie: tipologia A – analisi del testo, tipologia b – testo argomentativo e tipologia C – tema di attualità.
All’appello per il toto traccia non sono mancati Dante, Giovanni Verga, Eugenio Montale e Giovanni Pascoli per l’analisi del testo; l’attentato alle Torri Gemelle, il trattato di Maastricht e il giubileo di Platino della Regina per le tracce storiche e altri spunti come la crisi energetica, la guerra in Ucraina e il Covid per i temi di attualità.
L’apertura delle buste, questa mattina alle 8.30, ha chiarito ogni dubbio sugli argomenti scelti dal Miur. Tra le tracce per l’analisi del testo troviamo dunque Giovanni Pascoli con la poesia ‘La via ferrata’ della raccolta ‘Myrycae’ e la novella di Giovanni Verga ‘Nedda’.
Per la seconda categoria – testo argomentativo tre spunti di riflessione ampi e profondi: le leggi razziali, gli ultimi e l’esclusione affrontati partendo dal testo di Liliana Segre e Gherardo Colombo ‘La sola colpa di essere nati’; il potere della musica con l’estratto di ‘Musicofilia’ di Oliver Sacks e infine uno sguardo ai cambiamenti climatici partendo dal discorso di Giorgio Parisi, premio nobel per la fisica 2021.
Infine, per gli studenti pronti cimentarsi in temi caldi di attualità, la scelta era tra la pandemia di Covid-19 con un testo del giurista Luigi Ferrajoli ‘Perché una Costituzione della Terra?’ e una riflessione sull’iperconnessione partendo dal testo di Vera Cheno e Bruno Mastroianni ‘Tienilo acceso: posta commenta condividi senza spegnere il cervello’.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento