meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante
Mer, 19/01/2022 - 18:50

data-top

mercoledì 19 gennaio 2022 | ore 18:33

Rischio sismico: 186 mila euro per prevenzione

È stata approvata, a seguito di manifestazione d'interesse, la graduatoria dei Comuni beneficiari del contributo regionale per la redazione degli studi e delle analisi di 'microzonazione' sismica, nell'ambito del Piano Nazionale di prevenzione del rischio sismico. Contributo che ammonta complessivamente a 186.537,87 euro.
Attualità - Rischio sismico (Foto internet)

È stata approvata, a seguito di manifestazione d'interesse, la graduatoria dei Comuni beneficiari del contributo regionale per la redazione degli studi e delle analisi di 'microzonazione' sismica, nell'ambito del Piano Nazionale di prevenzione del rischio sismico. Contributo che ammonta complessivamente a 186.537,87 euro. LA CLASSIFICAZIONE DELLE ZONE - "Delle 18 manifestazioni di interesse raccolte - ha annunciato l'assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni - beneficeranno del contributo, secondo le procedure e gli importi stabilite dall'ordinanza, 12 Comuni delle province di Brescia e Bergamo". "Attraverso questi studi - ha aggiunto l'assessore - è possibile individuare e caratterizzare le zone stabili, quelle stabili suscettibili di amplificazione locale e le zone soggette a instabilità, come frane, rotture delle superfici e liquefazioni dinamiche del terreno. I rilevi saranno, poi, obbligatoriamente accompagnati dall'analisi della Condizione Limite per l'Emergenza". "Ancora una volta - ha concluso Foroni - questa Giunta dimostra impegno e concretezza nel fornire ai territori lombardi tutti gli strumenti necessari per portare avanti questo tipo di interventi e proseguire le attività di prevenzione del rischio sismico".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento