meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia
Sab, 10/04/2021 - 23:50

data-top

domenica 11 aprile 2021 | ore 00:45

Se la Regione 'dimentica' i morti

L'aggiornamento di ieri di 'Lombardia notizie online', canale ufficiale di Regione Lombardia, ha lasciato tanti senza parole. Nemmeno un accenno ai 347 decessi giornalieri. Nulla.
Lombardia - Dati del 3 novembre 2020, da canale ufficiale Lombardia Notizie

Non si può negare, nonostante i miglioramenti, la seconda ondata del Coronavirus in territorio lombardo e non è ancora forte. Vi è più malcontento, vi è più difficoltà ad imporre norme e restrizioni, ci sono le festività che si avvicinano e la speranza di 'cambiar colore'. C'è una ricerca di notizie leggere e di speranza. Ma alcune cose non si possono omettere.
L'aggiornamento di ieri di 'Lombardia notizie online', canale ufficiale di Regione Lombardia, ha lasciato tanti senza parole. Nemmeno un accenno ai 347 decessi giornalieri. Nulla. Solo minor ricoveri e minor terapie intensive (ma confrontando il numero dei morti è facile capirne il motivo). Come se la vita di 371 cittadini che non ci sono più fosse una cosa normale, da rilegare nel box con i dati.
Pesanti i commenti di molti utenti: "Ora però vorrei capire perché muoiono così tante persone in Italia rispetto al resto dell'Europa. È un dato che non riesco a comprendere. Le terapie sono le stesse ormai per tutti e bene o male il numero di contagi ed ospidalizzazioni è stato uguale in Spagna, UK, Germania, Francia...perché qui così tanti morti?", oppure "È troppo chiedere dei decessi? I cittadini lombardi vorrebbero avere qualche notizia in più. Non sono numeri , sono persone che hanno perso la vita!", ma anche "Il dato dei morti credo sia INCOMPRENSIBILE....soprattutto alla luce delle infinite assicurazioni (da mesi) che "ormai lo sappiamo curare meglio"...qualcosa non quadra, è un numero troppo alto"; "In Germania con oltre 10.000 nuovi positivi, 200 morti, molti di meno della Lombardia che oggi ha 3700 nuovi positivi. C’è qualcosa che non va nel nostro decantato servizio sanitario nazionale".
Domande, dubbi, perplessità: e altri 371 cittadini che ci hanno lasciato.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento