meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Ven, 27/11/2020 - 12:20

data-top

venerdì 27 novembre 2020 | ore 13:07

MotoGP: Mir è campione

Archiviato con una gara di anticipo il Mondiale della massima categoria del motociclismo su asfalto. Ha vinto Joan Mir, maiorchino di 23 anni, in sella alla Suzuki.
Sport - Mir campione MotoGP

Archiviato con una gara di anticipo il Mondiale della massima categoria del motociclismo su asfalto. Una stagione orfana di Marc Marquez che, però, è diventata tra le più combattute ed incerte con un susseguirsi di vittorie di diversi piloti dove alla fine la costanza e la sostanza hanno dato ragione a Joan Mir, maiorchino di 23 anni che nel GP sul circuito di Valencia ha chiuso i giochi con ancora una gara da disputare. Merito al Pilota sicuramente ma anche a una Suzuki decisamente a punto e competitiva e alla ottima squadra che Davide Brivio, una vecchia conoscenza del Circus, ha saputo mettere in campo puntando su due giovani come Joan Mir e Alex Rins.
La costanza è stata l’arma vincente ma comunque le qualità di Mir non si discutono e in diverse occasioni ha dimostrato di aver meritato ampiamente il titolo. Un titolo che mancava alla casa Giapponese da 20 anni dopo l’ultimo mondiale vinto da Kenny Roberts Jr nel 2000 nella allora classe 500 che seguiva il precedente di Kevin Schwantz nel 1993. Il primo mondiale quindi nella MotoGP che si aggiunge ai sei mondiali in 500 vinti, oltre che dai già citati da Barry Sheene (1976-1977) Marco Lucchinelli (1981) e Franco Uncini (1982). Un titolo che casca nel centenario della fondazione della casa di Hamamatsu e che non può che portare bene per il futuro di una squadra giovane e ben motivata con una moto che risulta oltre che competitiva anche tra le più belle del campionato. Complimenti al Neo Campione Joan Mir e alla Team Suzuki ECSTAR.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento