meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 11°
Dom, 02/10/2022 - 04:50

data-top

domenica 02 ottobre 2022 | ore 05:24

E' il momento della verità...

Al via questa sera le semifinali dei Mondiali di calcio in Sudafrica
Sport - Mondiali: tempo di semifinali (Foto internet)

E' arrivato il momento della verità! A poche ore dal calcio d'inizio della prima semifinale del Mondiale di calcio in Sudafrica, che vedrà di fronte Uruguay e Olanda, sono in molti a fare pronostici su come finirà la gara. Una partita dal sapore certamente particolare visto che alla vigilia del Campionato del Mondo, forse, in pochi avrebbero scommesso che gli 'Arancioni' e i ragazzi di Tabarez si sarebbero contese un posto nella finalissima. Una sfida, quindi, tutta da vivere, anche perché siamo sicuri che le due Nazionali si daranno battaglia fino all'ultimo pur di ottenere la vittoria. Se l'Olanda parte con i favori dei pronostici (è stata definita, strada facendo, una seria candidata alla conquista del titolo), l'Uruguay cercherà di sfruttare tutte le sue forze a disposizione pur di essere in campo il prossimo 11 luglio. Compagini diverse hanno, comunque, entrambe le qualità e la capacità per continuare a fare bene. Tra i più attesi ci sono sicuramente, per gli olandesi, Sneijder, serio candidato al prossimo Pallone d'Oro, e Robben, due che possono da soli piegare la retroguardia dell'Uruguay. Occhio anche a Van Persie, alla ricerca del gol, Van Bommel e Kuyt. Per gli uomini di mister Tabarez (che ha confessato: "Comunque vada, siamo, già, nella storia..."): Forlan, sempre più leader e goleador nato, Muslera, fino a qui praticamente perfetto, e Cavani, che ha voglia di riscattarsi dopo un mese non certo facile, approfittando anche dell'assenza per squalifica di Suarez.
E DOMANI TOCCA A GERMANIA E SPAGNA:
Domani sarà, quindi, la volta di Germania e Spagna, due candidate di lusso al titolo di Campioni del Mondo. Se i primi sono leggermente favoriti, visti anche gli exploit con Inghilterra, prima, e Argentina, poi, gli spagnoli vorranno centrare il successo e, soprattutto, la doppietta dopo l'Europeo vinto 2 anni fa. In panchina due allenatori molto diversi tra loro: da una parte Low, straordinario per come prepara le gare e per la mentalità che ha saputo trasmettere ai suoi, dall'altra Del Bosque, un veterano che sa "il fatto suo" e che, fino ad oggi, non ha sbagliato, praticamente, nulla. Senza Muller, costretto ai box, i tedeschi si affideranno alle reti di Klose, uno che davanti alla porta difficilmente sbaglia, Schweinsteiger, Lahm, Ozil e Podolski. Negli spagnoli occhio a Villa, bomber indiscusso, Iniesta, Puyol e il portiere Casillas.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!