meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante -6°
Mar, 19/01/2021 - 02:50

data-top

martedì 19 gennaio 2021 | ore 03:52

Femminicidio: misura per orfani

La giunta di Regione Lombardia ha deciso di attuare una misura sperimentale rivolta agli orfani di femminicidio e agli orfani per crimini domestici fino ai 26 anni di età.
Cronaca - Femminicidio (Foto internet)

La giunta di Regione Lombardia ha deciso di attuare una misura sperimentale rivolta agli orfani di femminicidio e agli orfani per crimini domestici fino ai 26 anni di età, attraverso la concessione di un contributo una tantum. L'attuazione della misura è stata affidata all'Ats di Brescia che ne ha le competenze, avendo già avviato una sperimentazione relativa a progetti per donne minorenni vittime di violenza e minori vittime di violenza assistita. MODALITA' E REQUISITI DELLA MISURA - Il reato deve essersi verificato a partire dal primo gennaio 2020 e deve risultare già attestato con sentenza, anche non definitiva, ovvero sulla base di atti o provvedimenti emessi dagli organi giurisdizionali anche minorili o assunti anche in sede di volontaria giurisdizione, al momento della presentazione della domanda. RISORSE - Per finanziare la misura sono state messe in campo risorse fino a oltre 262.000 euro. TUTELA PER CHI HA SUBITO VIOLENZA - "Oltre al potenziamento dei servizi di accoglienza e protezione delle donne vittime di violenza - ha spiegato l'assessore alla Famiglia e Pari Opportunità Silvia Piani - abbiamo dato avvio a questa misura sperimentale a sportello rivolta esplicitamente agli orfani. Si tratta di un primo fondo per la tutela di persone che hanno subito direttamente o indirettamente violenza domestica. A ciascuno spetterà un contributo sino ad un massimo di 5000 euro".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento