meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Lun, 25/01/2021 - 21:50

data-top

lunedì 25 gennaio 2021 | ore 22:00

"Ciao Philippe..."

Philippe Daverio e Francesco Oppi, un legame che nasce nel 2007 e prosegue nel tempo. Ecco allora un ricordo della sua passione per l'arte. "Era molto curioso delle iniziative legate al Padiglione d’Arte GIovane, ad Inverart".
Cultura - Philippe Daverio e Francesco Oppi

“Pronto Philippe Daverio? Sono Francesco Oppi, vorrei parlarle di mio padre Daniele, sto preparando una mostra e mi piacerebbe condividerne la progettualità con Lei.
“Ah, buongiorno, sì ma ora sto partendo per Parigi, mi spiace… Beh, in realtà se vuoi io sono in ufficio ancora per qualche ora, se fai un salto qui da me adesso, mi accenni il tema.
“Ok, arrivo subito…”.
Philippe Daverio l’ho incontrato così, nel 2007, dopo una telefonata d’azzardo e una corsa in macchina dal Guado a Milano. Quel giorno, dopo esserci conosciuti di persona e dopo aver parlato un po’ di noi e del progetto (poi sfumato tra le lungaggini surreali e soffocanti della burocrazia) mi disse: “beh, Francesco se vuoi rimani qui un po’ ancora così vedi come lavora un noto critico – sorrise -, può esserti utile”.
Così rimasi nel suo ufficio di allora quasi fino a sera con lui e le sue preziosissime segretarie, poi volò a Parigi.
Da quel giorno, poi, mi chiese di tenerlo informato su tutte le iniziative mie e del Guado; naturalmente lo feci con orgoglio ed avemmo modo di collaborare e di scambiarci idee e progettualità, soprattutto sui giovani. Era molto curioso delle iniziative legate al Padiglione d’Arte GIovane, ad Inverart.
Ho un ricordo affettuoso di Philippe Daverio, mi è stato vicino nei progetti in cui ho creduto di più, mi ha accolto e consigliato con saggezza e attenzione tutte le volte che ne ho avuto bisogno, con sincera amicizia. E avere una personalità come lui accanto, intimamente affine, vi assicuro che vale davvero tanto.
E’ stato un professionista di altissimo livello, attento, capace e profondamente creativo; un uomo di parola, intellettuale sempre propositivo, che conosceva molto bene valori e disvalori della varia umanità. Per me un Maestro.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento