meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 12°
Lun, 25/05/2020 - 05:50

data-top

lunedì 25 maggio 2020 | ore 06:57

Air Italy: 'fondo volo'

Regione Lombardia pronta ad attivarsi. Governo rifinanzi 'fondo volo'. Nella nostra regione coinvolti oltre 1000 lavoratori dell'aeroporto di Malpensa.
Malpensa - Air Italy (Foto internet)

"Regione Lombardia c'è e non vuole lasciare soli i lavoratori Air Italy: è stata aperta la procedura di licenziamento collettivo, ma siamo certi che si tratti solo di un passaggio formale e chiediamo che venga al più presto possibile richiesto da parte dell'azienda l'esame congiunto per far partire la CIGS: i lavoratori ne hanno già diritto". Lo ha dichiarato l'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Melania Rizzoli intervenendo sulla crisi che coinvolge 1.453 lavoratori della compagnia aerea, circa 1.000 dei quali operativi in Lombardia. In particolare, a Malpensa operano 260 lavoratori del personale di terra, 483 assistenti di volo e 190 comandanti e piloti. A Linate invece sono operativi 4 addetti del personale di terra. "Il Governo quindi si attivi come promesso - ha rimarcato l'assessore Rizzoli - per rifinanziare adeguatamente il fondo volo, e come Regione siamo già pronti per attivare le politiche attive e tutto quanto serve per ottenere la CIGS". "Chiediamo all'azienda di lavorare insieme alle Regioni - ha proseguito Rizzoli - sulle manifestazioni di interesse che sono state annunciate: occorre valorizzarle, esaminarle e valutarle con l'obiettivo di salvaguardare il maggior numero di posti di lavoro e gli assets aziendali più preziosi. Anche su questo Regione Lombardia è pronta a mettere in campo strumenti per attrarre gli investitori".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento