meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 11°
Mer, 20/11/2019 - 14:50

data-top

mercoledì 20 novembre 2019 | ore 15:30

Comune: accordo in salita

Nell’immobilismo del paese, senza un vero rilancio si rischia di non durare. La situazione dell'attuale Amministrazione comunale. Che cosa accadrà nei prossimi giorni?
Cuggiono - La Villa Annoni

Un accordo in salita: anche l’ultima proposta arrivata a ‘Prima Cuggiono e Castelletto’ (Cristian Vener, Giuliana Soldadino e Carlotta Mastelli) da parte del coordinatore della Lega Curzio Trezzani non sembra aver trovato la quadra per il rilancio dell’Amministrazione. Ma andiamo con ordine, nelle ultime due settimane gli incontri tra le varie anime della maggioranza, spinti per lo più dai responsabili dei partiti che non dai rappresentanti locali, per tutelare anche l’immagine delle alleanze ufficiali, si sono ripetuti con diversi colpi di scena. In uno di una decina di giorni fa si è addirittura avvicinata la ‘rottura’ tra la Lega locale e il coordinatore che ha commissariato la sezione cuggionese, tanto che per molti la preoccupazione è che anche un eventuale nuovo accordo non possa resistere. Le condizioni di ‘Prima Cuggiono e Castelletto’ si possono così riassumere: o rientro alla condizione precedente al ritiro delle deleghe a Cristian Vener; o reintegro del gruppo con rilancio del programma da attuare fino a fine mandato con azioni concrete per il paese. Di certo, nessuno ha mai chiesto o ipotizzato un ritorno a Cuggiono, da assesssore, dell’ex responsabile dell’area tecnica Laura Tronca. E nel gioco degli incastri e dei possibili assessori, dei reintegri e della definizione dei ruoli, che il nuovo commissario cerca pazientemente di incastare, tutto si blocca e si ricomincia da capo. Mentre i negozi chiudono, i lavori non partono e anche l’ordinaria amministrazione rallenta... Inizia quindi a serpeggiare un dubbio: non è che ci si sta provocando a vicenda solo per ‘scaricare’ la caduta della Giunta?

Invia nuovo commento