meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia 14°
Dom, 22/09/2019 - 04:20

data-top

domenica 22 settembre 2019 | ore 04:36

Dalla lavanda all'azzurro...

Un weekend nella Regione francese 'Provence-Alpes-Côte d'Azur'. Alla scoperta delle particolarità e delle caratteristiche di quei luoghi. Li abbiamo visitati per voi.
Viaggi - Provence-Alpes-Côte d'Azur

“... La lavanda è conosciuta fin dai tempi più antichi per le sue proprietà antiemetiche, antisettiche, analgesiche, battericide, vasodilatatorie, antinevralgiche, per i dolori muscolari ed è considerata un blando sedativo. L'olio essenziale di lavanda è l'olio eterico più utilizzato in profumeria. In aromaterapia, viene utilizzata come antidepressivo, tranquillizzante, equilibrante del sistema nervoso, come decongestionante contro i raffreddori e l'influenza. Inoltre viene ritenuta efficace per abbassare la pressione arteriosa, per ridurre i problemi digestivi ed è miscelata con altre sostanza omeopatiche per curare il mal di schiena e il mal d'orecchie...”. Così si legge sugli effetti della lavanda. Ma in realtà è solo un antipasto delle emozioni che trasmette un weekend nella Regione francese 'Provence-Alpes-Côte d'Azur', partendo dalle zone di ValenSole fino a raggirare le alpi gustando i panorami delle Gorges du Verdon concludendo con la sfarzosa Cannes, città regina della Côte d'Azur. Agricoltura, tranquillità e natura regnano incontrastate nella zona di ValenSole, tra i profumi degli infiniti campi di lavanda, che nonostante il ronzio di milioni di api da miele, attirano migliaia di persone tutti i giorni per le geometrie pressochè perfette e i colori violacei della fioritura della lavanda. Spettacolo imperdibile, come ormai imperdibile è diventato il selfie sulle colline fiorite ed una tappa nei negozietti locali tra i campi, dove si possono acquistare vari prodotti finiti a chilometro zero. Valicando le Alpi si possono ammirare gli ultimi campi di lavanda sulle vette alpine, e dopo una lunga si cominciano ad intravedere le 'gole del Verdon', con un panorama veramente meraviglioso oltre che esageratamente ampio. Luogo di villeggiatura dei Grifoni, le Gole del Verdon sono strette e profonde: da 250 a 700 metri di profondità, con una larghezza che va da 6 a 100 metri al livello del fiume Verdon e da 200 a 1500 metri da un lato all'altro in cima alla gola. Posti frequentati da Appassionati di fotografia per l’estrema naturalezza dei luoghi, e la presenza di flora e fauna tipiche della Provenza. L’ultima tappa è la Costa Azzurra optando per visitare la città di Cannes, la 'Perla della Costa Azzurra'. Dopo 2 ore di viaggio comprese le ardite discese alpine, il clima cambia totalmente; si passa dall’incontrastata natura provenzale alle 'palme urbane' della famosa città del Festival. Luci, colori e suoni sul lungomare, che fanno da strumento di dialogo per tutte le etnie e culture di turisti e residenti che passeggiano, ammirando i mastodontici yacht (dai 2 ai 4 piani) e sfruttano i loro 'selfieStick' sulle scale del Palais des Festivals et des Congrès. Se ancora le forze e la stanchezza lo permettono, nel tragitto del ritorno, a circa un’ora da Cannes, sulla strada verso l'Italia, ci si può fermare a visitare la città di Montecarlo e provare a girare in pista, toccando i cordoli che portano la memoria delle più grandi battaglie tra Schumacher e Häkkinen e percorrendo (purtroppo nei limiti dei 50 km/h) il celebre tunnel, che si apre in una vista mozzafiato sul mare azzurrissimo della Costa Azzurra.

Invia nuovo commento