meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 16°
Gio, 18/07/2019 - 05:50

data-top

giovedì 18 luglio 2019 | ore 06:28

'Piano City Milano 2019'

Venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 maggio torna il festival di pianoforte che dal 2012 trasforma la città in una grande sala da concerto. La musica incontra il sociale.
Musica / Eventi - 'Piano City Milano'

Venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 maggio torna 'Piano City Milano', il festival di pianoforte che ogni anno dal 2012 trasforma la città in una grande sala da concerto. Oltre 50 ore di musica e più di 450 concerti gratuiti animeranno ogni angolo di Milano giorno e notte, dal centro città alle periferie, dalle terrazze dei grattacieli alle case dei privati che ospiteranno eventi esclusivi. A 'Piano City Milano' la musica incontra il sociale: uno degli eventi più sentiti di questa ottava edizione è il concerto al Bosco di Rogoredo. In questo importante spazio verde milanese che di giorno in giorno viene sottratto all’illegalità con un intenso lavoro di istituzioni, autorità e associazioni, Piano City Milano organizzerà un concerto dal forte impatto simbolico che avrà come protagonista Emanuele Misuraca. Appuntamento domenica 19 maggio alle 16 per conoscere e riappropriarsi di una parte importante di Milano. Il concerto di Rogoredo non è il solo che dimostra l’impatto sociale che Piano City Milano cerca ogni anno di avere sulla città. Un altro evento degno di nota è il concerto organizzato presso il Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo di Via Corelli, dove il duo Metamorphosis – Federico e Valeria si esibirà riproponendo le più belle composizioni dei grandi pianisti ottocenteschi e novecenteschi, in collaborazione con Croce Rossa Italiana. L’appuntamento è sabato 18 alle 20. Ai nuovi luoghi di 'Piano City Milano' legati al sociale quest’anno si aggiunge il Refettorio Ambrosiano. Ginevra Costantini Negri, giovanissima pianista insignita Alfiere della Repubblica Italiana e inserita tra i giovani leader del futuro per la sezione musica della classifica stilata da Forbes, si esibirà domenica 19 maggio alle 10 per un concerto che unisce musica e solidarietà. Il concerto è in collaborazione con Intesa San Paolo. Grazie all’Associazione Nazionale Magistrati e all’Ordine degli Avvocati di Milano, Piano City Milano arriva nell’Aula della Corte d’Assise del Palazzo di Giustizia, luogo simbolico del diritto italiano ricco di opere artistiche come affreschi, sculture, statue e mosaici. Sabato 18 maggio alle 10 si esibirà Elena Lasala, alla quale seguirà il magistrato Guido Macripò che suonerà un repertorio di musica classica insieme al pianista Paolo Nulli alle ore 11.30. Sempre sabato, alle 13, Nicolò Scudieri chiuderà le porte del Tribunale di Milano sulle note di Liszt, Schubert e Bartók. Uno degli obiettivi di 'Piano City Milano' è la salvaguardia della sostenibilità: quest’anno, oltre al già conosciuto Piano Tandem (con concerti itineranti tra Brera, San Babila e Duomo), arriva Piano Risciò, novità a quattro ruote e pedalata assistita, che sarà possibile scoprire al Parco Biblioteca degli Alberi. L’edizione 2019 sarà inoltre la prima del festival costruita “plastic less”, cercando cioè di ridurre al minimo i consumi di materiali plastici grazie alla consulenza e al supporto di LifeGate con il suo progetto LifeGate Plastic Less. Con la direzione artistica di Ricciarda Belgiojoso e Titti Santini, 'Piano City Milano' è un progetto di Associazione Piano City Milano con Comune di Milano, a cura di Ponderosa Music & Art e Accapiù. Piano City Milano nasce nel 2012 in un momento cruciale per Milano, quando la città si riapriva ai cittadini e a nuovi influssi e sperimentazioni urbane e culturali, per diventare la vibrante metropoli europea che è oggi. Fra i fondatori del festival e dell’Associazione, Daniela Cattaneo Diaz e Titti Santini, che hanno sempre creduto nel progetto e costruito una rete di partner sostenitori che negli anni hanno investito in Piano City Milano – nell’immaginare una diversa visione di Milano. Tra i soci fondatori dell’Associazione, anche Manuela Rosignoli e Lorenzo Carni, che curano la direzione esecutiva del festival.

Invia nuovo commento