meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 18°
Sab, 24/08/2019 - 05:20

data-top

sabato 24 agosto 2019 | ore 06:13

'Quaglia' da copertina

La serie A del fenomeno Cristiano Ronaldo, ma intanto chi si sta prendendo la scena è Fabio Quagliarella. Il bomber della Sampdoria è, infatti, l'attuale capocannoniere.
Il terzo tempo - Fabio Quagliarella (Foto da Samp News 24)

E poi dite ancora che il calcio non sa più regalare 'colpi di scena', che è tutto ormai troppo scontato, che "tanto, alla fine, è sempre la stessa storia"... Beh, forse tra qualche mese sarà così (chissà, vedremo), ma intanto qualcosa in questo preciso momento sta accadendo. "Vecchio a chi?", verrebbe da gridare, perché se è vero che la serie A si è 'arricchita' del talento di Cristiano Ronaldo (passato la scorsa estate alla Juventus), è altrettanto vero che oggi l'uomo copertina (in fondo quasi a sorpresa; alzi la mano chi ci avrebbe scommesso ad inizio stagione, e non fate finta che voi lo sapevate) del nostro campionato è un altro: Fabio Quaglierella. Già, proprio lui, il 'Quaglia' da Castellammare di Stabia, eccolo là sul gradino più alto della classifica marcatori, davanti nientemeno che appunto a CR7 (va bene un solo gol li distanzia - 16 a 15 - comunque è primo). Un traguardo certamente importante e da incornicare; un risultato che, però, assume maggiore grandezza se si tiene conto pure del fatto che proprio nei giorni scorsi (il 31 gennaio, per l'esattezza) il bomber della Sampdoria ha compiuto 36 anni. Storie che fanno bene al mondo del pallone, esempi che molti giovani che si stanno avvicinando ai campi da gioco o che sono entranti nel calcio dovrebbero seguire, perché mai come adesso si fa presto a sopravvalutare un atleta (basta un dribbling, un'azione vincente, un gol, per chiamarlo subito campione, se non addirittura fenomeno), per poi accorgersi, invece, strada facendo che magari quel talento era solo un semplice miraggio. Fabio capocannoniere; Fabio, una vita passata a spostarsi da una squadra all'altra, tra prime volte e ritorni (Torino, Fiorentina, Napoli, Juventus, Udinese, fino all'arrivo in blucerchiato), senza mai comunque risparmiarsi e regalando gol su gol, qualcuno dei veri capolavori.

Invia nuovo commento