meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 13°
Sab, 24/10/2020 - 06:50

data-top

sabato 24 ottobre 2020 | ore 07:35

"50 milioni per l'innovazione"

Un bando di 50 milioni di euro per le imprese che puntino su ricerca e innovazione da realizzare nel territorio lombardo. Una delle iniziative di Regione Lombardia.
Attualità - Il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala

"Lanciamo un bando di 50 milioni di euro per le imprese che puntino su ricerca e innovazione da realizzare nel territorio lombardo e questo è il miglior segnale che possiamo dare alle imprese per ridare slancio all'economia". Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala intervenuto all'assemblea di Confimi Industria riunita all'autodromo di Monza. Ai lavori ha partecipato, tra gli altri, anche il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. MANIFATTURIERO E RICERCA, IL RUOLO DI REGIONE LOMBARDIA - Confimi rappresenta 34 mila imprese manifatturiere con 440 mila dipendenti. Il vicepresidente Sala, rivolgendosi ai tanti imprenditori presenti, ha sottolineato che "I numeri sono fondamentali: la Lombardia ha 10 milioni di abitanti e 830 mila imprese. I nostri imprenditori devono essere valorizzati ed è proprio questo il motivo del nostro tour nelle imprese lombarde. Per conoscere i problemi e cercare di risolverli. E' questo cio' che deve fare la politica". I PROGETTI SU PARCO, VILLA REALE E AUTODROMO - Al 'sistema' Autodromo-Parco-Villa Reale di Monza il vicepresidente Sala ha dedicato la parte conclusiva del suo discorso, anticipando che Regione Lombardia potra' sostenere una serie di interventi. "Abbiamo in mente di fare nuovi progetti all'interno del parco e dell'Autodromo di Monza - ha concluso - per valorizzare luoghi unici e capaci di attirare decine di migliaia di persone".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento