meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 10°
Mer, 24/10/2018 - 01:20

data-top

mercoledì 24 ottobre 2018 | ore 02:19

Donatore o no? Puoi segnalarlo

La donazione è volontaria e la scelta di aderire o meno riguarda tutti i cittadini maggiorenni. Adesso lo si può indicare direttamente sulla carta d'identità elettronica.
Salute - Carta di identità elettronica (da internet)

La carta d’identità elettronica ha numerose e diverse funzioni. Oltre a quella principale- attestare l’identità del cittadino che la possiede-, è stata attivata, in molti Comuni italiani, la possibilità di registrare il consenso o il diniego alla donazione post mortem dei propri organi. La dichiarazione viene poi registrata nel Sistema Operativo Trapianti. Regolamentata dalla legge 91 del 1° aprile 1999 e dal successivo decreto ministeriale del’8 aprile 2000, la donazione degli organi è volontaria e la scelta di aderire o meno riguarda tutti i cittadini maggiorenni, senza limiti di età, che possono esprimere la propria dichiarazione secondo le seguenti modalità: al momento del rilascio della carta d’identità elettronica, viene chiesto di esplicitare la propria posizione circa la donazione e, in caso di assenso, viene consegnato un modulo in cui il cittadino certifica la sua volontà. I dati sono poi trasmessi al Sistema Operativo Trapianti. Gli organi che possono essere donati sono i reni, il fegato, il cuore, il pancreas, i polmoni e l’intestino; il procedimento riguarda anche i tessuti, come le cornee, le cartilagini, le valvole cardiache, i vasi sanguigni, il tessuto osseo, i tendini e la cute. Si ricorda che è possibile iscriversi al registro dei donatori anche in altri modi, quali: recandosi presso la locale Azienda Sanitaria, iscrivendosi all’AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi), conservando e portando con sé (ad esempio, nel portafogli) una dichiarazione completa e firmata, con la ‘DonoCard’ delle apposite associazioni e infine con il ‘Tesserino Blu’, inviato dal Ministero della Salute. Si possono reperire ulteriori informazioni consultando i siti www.trapianti.salute.gov.it e www.sonoundonatore.it.

Invia nuovo commento