meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 19°
Mer, 27/10/2021 - 16:50

data-top

mercoledì 27 ottobre 2021 | ore 17:45

Il futuro delle case dell’acqua

Le case dell’acqua del Gruppo Cap presenti all'Expo saranno dislocate in diversi comuni della provincia e del territorio. Tra le varie realtà, c'è anche Marcallo con Casone.
Expo 2015 - Case dell'acqua

Le case dell’acqua sono distribuite oramai in quasi tutti i nostri comuni e il servizio che erogano è indispensabile per chi, dopo un giro in bicicletta o anche una sosta momentanea, si disseta con acqua fresca e sicura, messa a disposizione per tutti i cittadini. Dunque, il servizio gratuito non è passato inosservato neanche a quelle casette presenti all’Expo. Per l’Esposizione Universale sono state ideate delle casette dell’acqua necessarie per il refrigerio dei visitatori. La domanda, però, sorge spontanea: che fine faranno le strutture una volta che l'Expo sarà concluso? Quale futuro avranno? Si tratta dell’acqua del Gruppo Cap e per poterle assegnare è stato ideato un concorso di idee per contribuire all’efficienza territoriale, aperto a tutti i comuni dell’area metropolitana che, quindi, potranno averle proprio nel loro territorio. Tra le varie proposte arrivate, ne sono state individuate 18 e una di queste è di Marcallo con Casone. Su ciascuna di queste case, inoltre, per tenere vivo il ricordo dei turisti in Expo, c’è un’illustrazione del luogo prescelto per la futura collocazione, con tanto di logo e nome del Comune. Alla fine, insomma, impianti più innovativi rispetto ai modelli già diffusi, più tecnologici, di dimensioni ridotte e performanti, in grado di dissetare più persone in contemporanea, evitando così lunghe attese. Inoltre, le casette dell’acqua 'made in' Expo offrono la possibilità di rifornirsi anche senza contenitore, proprio come nelle fontanelle tradizionali. Marcallo, dunque, aspetta il prossimo mese di ottobre per dare il benvenuto alla casa dell'acqua: là, nel nuovo parco di Via Verne, la cui realizzazione sarà ultimata entro i primi mesi del nuovo anno e al cui interno ci sarà la nuova Cappelletta dedicata alla Madonna.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento