meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 20°
Lun, 04/07/2022 - 23:20

data-top

lunedì 04 luglio 2022 | ore 23:42

Provincia verso il ballottaggio

Territorio - Ballottaggio in provincia

Provincia di Milano al ballottaggio, con Filippo Penati che c’entra il risultato minimo e con Guido Podestà che si mangi le unghie per essersi fermato al 48,8 percento. E’ vero, il suo vantaggio sul presidente uscente del Pd resta di 10 punti secchi. Ma il ballottaggio del 21-22 giugno ha mille incognite: gli apparentamenti con le liste escluse, l’affluenza alle urne che si ridurrà in maniera drastica, il referendum sulla legge elettorale che si svolgerà negli stessi giorni e che i leghisti sembrano intenzionati a boicottare. Insomma, Pdl e Lega sono a un passo dalla vittoria. Però non devono commettere errori. Perché il centrodestra non ha vinto al primo turno? Semplice: perché il Pdl in provincia di Milano ha diminuito i propri voti rispetto alle politiche 2008. La somma dei partiti che hanno sostenuto Podestà fa 49,7 percento (un anno fa era il 50,6) e anche se il candidato Pdl avesse preso tutti quei voti, sarebbe comunque al ballottaggio. Uno sguardo nel collegio del Castanese, fra eletti e trombati. Elezioni sicure per il vicesindaco di Legnano, Gianbattista Fratus che, complice un grande risultato della Lega, è già sicuro di tornare in consiglio provinciale senza aspettare il risultato del ballottaggio. Incredibile debacle invece per Piero Bonasegale, candidato Pdl: nel suo caso esclusione sicura, anche se la vittoria di Podestà facesse scattare il premio in seggi. Infine, il caso di Giuseppe Marzullo (ex coordinatore di Forza Italia nel Castanese e candidato nel collegio di Abbiategrasso): dovrà aspettare il ballottaggio e sarà eletto solo in caso di vittoria del centrodestra. Durante una riunione riservata dei vertici del Pdl è stato pronunciato un imperativo categorico: ricominciare da zero, dimenticarsi del risultato del primo turno. Non a caso alla guida dello staff Podestà è stato chiamato Guido della Frera, un professionista della comunicazione politica. A lui il compito di gestire queste delicatissime due settimane. Penati è un combattente: l’ha dimostrato e lo dimostrerà. Sconfiggerlo è quindi possibile ma, a questo punto, non è più così semplice.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!