meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante 12°
Dom, 02/10/2022 - 05:50

data-top

domenica 02 ottobre 2022 | ore 06:11

E' tornata la neve!

Territorio - Il gelo del Burian 2012.08

Il periodo compreso tra venerdì 8 e tutta la seconda decade di febbraio, trascorrerà vedendo contrapposte sullo scenario meteo europeo un’area di alta pressione sia al suolo che in quota, centrata in Atlantico con i propri massimi barici al largo del continente e una vasta saccatura a carattere freddo in quota, accompagnata da vari minimi di pressione al suolo, in evoluzione fra le isole britanniche, la penisola scandinava e il centro-est Europa, la quale, con le proprie propaggini meridionali in quota si spingerà fin sui Balcani, le regioni adriatiche italiane, lo Jonio e l’Egeo, favorendo la formazione di minimi barici secondari in evoluzione fra il Tirreno, lo Jonio e l’Adriatico. Nel periodo in esame, la Lombardia si troverà grossomodo nel centro di tali strutture bariche principali, lungo una sorta di canale in cui si muoveranno diversi impulsi perturbati che interesseranno in termini di fenomeni le aree di là dalle Alpi e poi scivoleranno verso il centro-sud Italia, segnatamente lungo il versante adriatico, coinvolgendo in alcune occasioni anche il triveneto, l’Emilia-Romagna e la Liguria. A motivo della protezione offerta dalla barriera alpina, a parte un passaggio perturbato lunedì con qualche strascico martedì, il tempo si manterrà in netta prevalenza soleggiato con passaggi di nubi medio-alte a tratti estese, in un contesto termico fino a sabato nella norma stagionale, più freddo tra domenica e martedì e di nuovo con campo termico in graduale ripresa da mercoledì 13 fino su valori nella norma o sopra la stessa in tutto il resto della seconda decade. Guardando oltre, l’ultima decade di febbraio pare poi essere improntata ad una maggiore dinamicità atmosferica con tempo sempre in prevalenza soleggiato ma con qualche passaggio perturbato più organizzato; per ovvie ragioni di distanza temporale resta ancora da stabilire in quali occasioni vi saranno precipitazioni associate sulle aree di nostro interesse.

Ecco ora nel dettaglio la previsione che immagino per il magentino, castanese e bustocco:

LUNEDI’ notte con cielo coperto e anche tra mattina, pomeriggio e sera il cielo si presenterà in prevalenza coperto. Per l’intera giornata, deboli precipitazioni intermittenti, fino al pomeriggio a carattere nevoso, tendenti dapprima a pioggia mista a neve e poi a pioggia in serata, senza accumuli se non sottili patine sulle superfici più fredde, a motivo delle temperature positive al suolo durante le precipitazioni. Attesi 5-15 mm nel pluviometro entro fine giornata. Foschia in intensificazione e clima sensibilmente più freddo e umido rispetto ai giorni precedenti. Min fra -1 e 1 e max fra 1 e 4 gradi. Vento moderato dai quadranti orientali.
MARTEDI’ notte con molte nubi o cielo coperto e residue pioviggini. In mattinata e nel pomeriggio cielo perlopiù molto nuvoloso con schiarite soleggiate più o meno durature laddove le nubi saranno meno compatte. A sera cielo molto nuvoloso o coperto per nubi medio-basse. Foschia persistente. Min fra 0 e 3 e max fra 4 e 7 gradi. Vento debole nordorientale.
MERCOLEDI’ notte cielo perlopiù coperto con qualche pioviggine o asciutto, fenomeni comunque in esaurimento entro la mattinata, poi fra tardo mattino e pomeriggio cielo da molto a parzialmente nuvoloso e schiarite soleggiate via via più ampie. Serata stellata e con varia nuvolosità. Venti deboli o moderati dai quadranti settentrionali. Min fra 0 e 3 e max fra 6 e 9 gradi.
Fra giovedì 14 e domenica 17 febbraio, ma anche nei primi giorni della settimana successiva, tempo in prevalenza soleggiato con passaggi di nubi medio-alte anche estese, in un contesto di prevalente ventilazione settentrionale e cieli limpidi, ancora da verificare se vi sarà qualche fase con nubi basse anche compatte in rientro dalla porta adriatica, in genere senza precipitazioni associate, con clima nella norma stagionale o poco sotto giovedì (max fra 8 e 11 gradi) e di nuovo nella norma o appena più mite nel weekend e nei primi giorni della settimana successiva, con max in genere fra 10 e 13 gradi. Nel prossimo aggiornamento analizzeremo con più precisione le condizioni del tempo nel periodo tra il 14 e il 20 febbraio e daremo un primo sguardo un po’ più preciso del tempo che ci accompagnerà sino a fine mese e dunque sino alla fine dell’inverno meteorologico, dato che, convenzionalmente, il primo giorno di marzo avrà inizio la primavera meteorologica.

Aggiornamenti quotidiani su:

Twitter: @marcellomagenta
Facebook: http://www.facebook.com/marcellomazzoleni1978

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento