meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto, leggera pioggia 14°
Sab, 19/10/2019 - 03:50

data-top

sabato 19 ottobre 2019 | ore 04:15

Castelli e natura: è la Valle d'Aosta

Alla scoperta di un territorio particolare ed unico. Un viaggio di emozioni, tra le bellezze e le caratteristiche tipiche della montagna. Occasioni imperdibili per grandi e piccoli.
Tempo Libero Viaggi - Tante occasioni in Valle d'Aosta

Valle d’Aosta: un territorio dominata da montagne, castelli e fortificazioni. Oggi ne scopriremo due tra i più famosi. Stiamo parlando del forte di Bard e del castello di Fénis. Il primo è posto praticamente all’ingresso della regione, sulla cima di una ripida altura che domina il corso impetuoso della Dora Baltea. Si raggiunge percorrendo soli 5 chilometri dall’uscita autostradale di Pont - Saint Martin. Nessun problema per il parcheggio dell’auto: nei pressi della costruzione esistono aree di sosta, sia libera che a pagamento. Se già da lontano si era colpiti dall’imponenza del forte, una volta entrati nel borgo di Bard lo si è maggiormente; a destare sorpresa non sono solo le poderose mura, ma anche la vista dell’ascensore panoramico che in pochi attimi porta alla sommità della struttura, rivelando un panorama mozzafiato sulla vallata sottostante. Contrariamente a quello che si può pensare, il forte non è una struttura antichissima: infatti, la sua costruzione, a scopo di sbarramento militare, risale al primo Ottocento. La fortezza è divisa in tre corpi di fabbrica principali (aperti parzialmente al pubblico sono i due superiori). Nella cosiddetta ‘Opera Vittorio’ (parte mezzana) si trova l’allestimento ‘Le Alpi dei ragazzi’, percorso interattivo di avvicinamento all’alpinismo. Nella parte superiore, la mastodontica ‘Opera Carlo Alberto’, invece, ecco il Museo delle Alpi, dove da subito si viene proiettati in un vero e proprio percorso didattico – multimediale. Per info su orari di visita, tariffe e mostre, consultare il sito www.fortedibard.it.
Ripresa l’autostrada, ci si dirige in direzione Aosta fino all’uscita di Nus. Fénis è a pochi minuti di auto. L’architettura del suo castello corrisponde perfettamente all’ideale della dimora fiabesca, con tanto di mura merlate e torri. Questa volta di militaresco non c’è proprio nulla: di costruzione medievale, fu la prestigiosa magione della famiglia dei nobili Challant. Una volta all’interno si possono ammirare i locali al pianterreno, con la sale d’armi e da pranzo, la cucina, lo studio e l’esattoria; al primo piano, invece, ci sono la cappella con sala di rappresentanza e le camere dei conti. Incantati si rimane anche nel cortile interno, adorno di magnifici affreschi. Fino al 31 agosto il castello è sempre aperto dalle 9 alle 20; il costo di ingresso intero è di 5 euro, ridotto 3,50; la visita è guidata. A coloro che tra una visita e l’altra si volessero concedere una sosta, suggeriamo la vivace cittadina di Saint Vincent, famosa per il Casinò de la Vallèe e le sue terme. Dal terrazzo dello stabilimento termale, raggiungibile in funicolare (si supera un dislivello di 263 metri) è peraltro possibile godere di una magnifica vista. Piacevole è passeggiare per le vie della città, abbellite da fontane e fiori. Se vi giungerete nell’ora del pranzo, non avrete che l’imbarazzo della scelta riguardo alla soluzione che vi è più congeniale: sono, infatti, presenti ristoranti e trattorie che soddisfano tutti i gusti e i portafogli.

Invia nuovo commento