meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 13°
Ven, 30/09/2022 - 16:50

data-top

venerdì 30 settembre 2022 | ore 17:56

Su assistenza a persone e famiglie

L'Amministrazione Comunale di Turbigo ha approvato durante l’ultimo Consiglio Comunale la modifica di alcuni articoli del Regolamento per il Servizio di Assistenza alla Persona ed alla Famiglia. In seguito alle richieste pervenute al Comune alcuni mesi fa da parte del Comitato Genitori, il Sindaco Laura Mira Bonomi ha sottoposto alla sua Giunta il problema della disparità di costi che le diverse famiglie turbighesi, che usufruiscono dei servizi di assistenza alla persona (ad es. il servizio trasporto, mensa scolastica, ecc..), dovevano sostenere. La fascia di appartenenza reddituale, cui corrisponde un diverso contributo per usufruire dei servizi, si basa sull’utilizzo dell’indicatore ISEE, il quale, però, a detta delle ricerche condotte dalla Giunta, non è sufficiente per delineare la reale situazione patrimoniale familiare. Per questo motivo, dopo diversi incontri tra Amministrazione e genitori, si è giunti ad istituire una tariffa unica, che abolisce il sistema per fasce ISEE. Per il servizio mensa, ad esempio, è stata stabilita la tariffa di 4,20 euro/pasto per il primo figlio e di 3,80 per le famiglie che possiedono più figli. Anche per il servizio di trasporto è stata stabilita una tariffa fissa, che entrerà però in vigore a partire dal prossimo mese di settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico. La nuova tariffa del servizio mensa ha, invece, avuto effetto da subito. In sostanza, sono stati cinque gli articoli che hanno subito delle modifiche da parte della Giunta comunale: l’Art. 20 (servizio refezione scolastica), l’Art. 21 (servizio ‘centro ricreativo per minori’), l’Art. 22 (Asilo Nido), l’Art. 23 (servizio trasporto alunni), l’Art. 24 (servizio pre - post scuola), in cui viene ribadito che il costo del servizio è a totale carico dell’utenza, ed è annualmente determinato dalla Giunta Comunale con tariffa unica. A corollario di tutto questo discorso, il Sindaco Mira Bonomi ha dichiarato che “Resta inteso che le famiglie che si troveranno in una situazione di reale bisogno, dopo un’attenta analisi di tutto quello che il Comune eroga in materia di aiuto sociale (contributi, sostegno, affitto, case comunali, pacchi alimentari, ecc.) saranno comunque garantiti”. Modifiche certamente significative.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!