meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Ven, 02/12/2022 - 22:50

data-top

venerdì 02 dicembre 2022 | ore 23:56

Maratona Telethon

Torna anche quest’anno, dal 10 al 18 dicembre, la Maratona Telethon, la raccolta fondi per sostenere la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare, avviata in Italia nel 1990. Come sempre, a Busto la campagna sarà realizzata da Uildm Varese.
Busto Arsizio / Sociale - Maratona Telethon

Torna anche quest’anno, dal 10 al 18 dicembre, la Maratona Telethon, la raccolta fondi per sostenere la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare, avviata in Italia nel 1990. Per rispondere all’appello dei pazienti e delle loro famiglie, Telethon ha percorso un cammino lungo e difficile. Giorno dopo giorno, grazie al sostegno di milioni di italiani, sono stati raggiunti molti traguardi: malattie sconosciute adesso hanno un nome, famiglie non sono più sole davanti agli ostacoli della malattia, disabili possono vivere sempre meglio la quotidianità, bambini hanno di nuovo un futuro grazie a terapie innovative messe a punto dai ricercatori Telethon. Sono risultati importanti ed è solo l’inizio. Come sempre, a Busto la campagna sarà realizzata da Uildm Varese, in collaborazione con Avis, e con il patrocinio del Comune: saranno due le iniziative di raccolta fondi a cui sono invitati tutti i cittadini che vogliono contribuire a migliorare il futuro dei malati e delle loro famiglie. Venerdì 25 novembre alle 21 al Teatro San Giovanni andrà in scena la commedia 'Non ti pago' di Eduardo De Filippo con la Compagnia Filodrammatica Gallaratese (ingresso a offerta libera); sabato 17 dicembre per tutta la giornata in Via Milano sarà attivo il banchetto Telethon per la raccolta delle offerte e la vendita dei gadget Telethon. “Telethon è importante perché sostiene la ricerca sulle malattie rare, che non attirano l’attenzione della scienza proprio perché sono rare – ha osservato Reguzzoni -. La raccolta fondi è fondamentale non solo per un miglioramento delle terapie, ma anche per dare un nome alla malattia, ci sono persone che a 20/30 anni non hanno ancora una diagnosi certa e questo impedisce loro di intraprendere un percorso terapeutico preciso, oltre ad essere frustrante”. Per le offerte telefoniche sarà attivo il numero solidale 45510.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi