meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 11°
Lun, 03/05/2021 - 06:50

data-top

giovedì 06 maggio 2021 | ore 08:18

Giovani nuotatori cuggionesi

Nonostante la pandemia e la chiusura forzata della Piscina di Cuggiono gli Atleti della SSD Games Sport non si sono mai fermati e sono impegnati nella sesta prova delle Coppa TOKIO.

Cuggiono - Atleti della Games

Nonostante la pandemia e la chiusura forzata della Piscina di Cuggiono gli Atleti della SSD Games Sport non si sono mai fermati e anche domenica 25 aprile erano in acqua nella Piscina di Novara a difendere i colori della Squadra Cuggionese per la sesta prova delle Coppa TOKIO.

Una coppa che si sviluppa su 8 prove, quindi ancora con altre due da disputare nei prossimi mesi per le categorie Ragazzi – Juniores – Assoluti, sempre nell’impianto Piemontese. 
Nella domenica passata si sono cimentati in corsia Carnago Simone – Vismara Tommaso – Carpino Andrea – Di Nicola Gaia – Carnago Sara – Imaeraj Miariana – Malacusi Beatrice – Zoia Marta.
 Le prestazioni dei nostri atleti stanno piano piano tornando al livello ottimale raggiunto prima dello stop forzato e fanno ben sperare per le prossime gare.

Anche le categorie dei più piccoli non sono state ferme e dopo aver disputato nei mesi scorsi ben tre gare, sempre organizzate dalla F.I.N. (Federazione Italiana Nuoto) negli impianti di Monza e Mecenate, si preparano ad altre due previste per il mese di maggio.

Insomma una stagione che seppur mutilata non è riuscita a spegnere l’entusiasmo agonistico dei giovani atleti e degli allenatori che credono in loro.

Ancora poco e finalmente potranno tornare ad allenarsi nella loro Piscina, sperando che sia davvero l’ultima parentesi di questi due anni dove anche lo sport ha davvero sofferto.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi