meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Sab, 17/04/2021 - 01:20

data-top

sabato 17 aprile 2021 | ore 02:00

Vaccini: l'elenco non c'è?

Insegnanti convocati per la vaccinazione via sms dalla Regione, ma l'elenco con i loro nominativi sembrerebbe non ci fosse ancora.
Magenta - L'ospedale

Certo, nessuno (ci mancherebbe) si aspettava di arrivare e "pronti via" potersene subito andare, ma nemmeno di dover attendere un po' più del previsto senza avere la certezza di potersi davvero vaccinare. Chiamati, infatti, questa mattina, appunto per le vaccinazioni anti-Covid, tramite il classico e tradizionale sms della Regione Lombardia, presso l'ospedale 'Fornaroli' di Magenta, alcuni insegnanti, una volta giunti sul posto, si sono trovati di fronte agli incaricati della struttura che, purtroppo, pare non avessero ancora ricevuto dalla società incaricata a livello regionale l'elenco con i nominativi. "Era come se nessuno sapesse nulla della nostra convocazione - racconta un gruppo di professori - Così, abbiamo dovuto rimanere in attesa, per capire meglio l'evolversi della situazione. Da parte del personale sanitario, comunque, c'è stata la massima disponibilità e attenzione e, alla fine, dopo un po' di tempo, abbiamo, finalmente, potuto ricevere la dose del vaccino". Il problema, molto probabilmente, è stato, come si dice, a monte; una mancata comunicazione che, purtroppo, sembra si sia già verificata anche in altri centri vaccinali della Lombardia. "In merito ad alcune notizie su mancate somministrazioni di vaccino anti-Covid al personale scolastico presso l’ospedale di Magenta - è la nota arrivata dall'Asst Ovest Milanese - si precisa che le persone prenotate presso il centro vaccinale, come indicato da regolare elenco fornito dalla Regione, sono state prese regolarmente in carico e tutte vaccinate in data odierna".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi