meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Mar, 10/12/2019 - 23:50

data-top

mercoledì 11 dicembre 2019 | ore 00:41

La maggioranza è in minoranza

Consiglio Comunale ad alta tensione che ha visto l'Amministrazione Perletti dover emandare due ordini del giorno al prossimo consiglio e in altri due è andata in minoranza.
Cuggiono - Consiglio Comunale, novembre 2019

Il Consiglio comunale più 'drammatico' che il Comune di Cuggiono ricordi da molto tempo, forse dai tempi dell'Amministrazione Bandino. Che la serata non fosse delle migliori, per tensioni ed equilibri si è capito subito, tanto che il primo punto dell'ordine del giorno dell'approvazione del verbale precedente è stato 'rimandato' al prossimo Consiglio dopo delle osservazioni sulle trascrizioni e le regolarità di alcune nomine segnalate dal consigliere Sassi di Agorà.
Ma è anche dalle presenze e assenze che si è capito come alcune cose non andassero a dovere: in un clima di grave incertezze e accordi lontani, la mancanza del nuovo coordinatore cittadino Curzio Trezzani non era infatti presente, come mancavano rappresentanti della Lega di zona. Assenze pesantissime, in un contesto già delicato.
Ma è sulle variazioni di bilancio che si è consumata la constatazione ufficiale che la maggioranza è ora la nuova minoranza. Nel secondo punto dell'ordine del giorno l'Amministrazione ha chiesto al consiglio di spostare 8000 euro da alcuni interventi al campo sportivo alle manutenzioni dell'impianto di illuminazione pubblica, in quanto il vecchio contratto è scaduto e fino a primavera non si attiverà il nuovo progetto di illuminazione a led, non garantendo quindi la manutenzione ordinaria dei lampioni rotti o non funzionanti.
"Non possiamo accettare questa decisione - ha detto Giuliana Soldadino di 'Prima Cuggiono e Castelletto' - chi ha deciso questa cosa? Saremmo ancora della maggioranza ma nessuna ci ha chiesto nulla".
Molto duro l'intervento di Paolo Sassi di Agorà: "La situazione è imbarazzante - ha detto - Togliere risorse allo sport a Cuggiono è criminale. Avete idea di come versano le nostre società? Senza volontari non avremmo nemmeno più quelle".
Deciso anche Giovanni Cucchetti di Cuggiono Democratica: "Manca totalmente programmazione - ha detto - come ci si fa ad accorgersi adesso che è scaduto il contratto di manutenzione? Gli ultimi lavori seri al campo sportivo (tribune e campo) l'aveva fatto l'Amministrazione Sperindio nel 1998-2002". E il voto con 6 favorevoli e 7 contrari ha certificato la prima mancanza 'caduta' dell'Amministrazione.
Voto che si è ripetuto, identico, anche al terzo punto dell'ordine del giorno che vedeva la richiesta di spostare gli avanzi di amministrazione per la realizzazione del nuovo parcheggio dell'Oratorio di Cuggiono in via Cicogna. Dopo sospensioni, tentativi di accordo tra i capogruppo, valutazioni attente da parte di ogni partito, il nuovo voto sfavorevole alla maggioranza. Ogni gruppo ha espresso l'urgenza di realizzare questa opera per garantire sicurezza alle numerose famiglie e ragazzi che frequentano l'Oratorio, soprattutto ora che si realizzerà la circonvallazione portando i camion a transitare in via Cicogna. Ma se Maria Teresa Perletti e i consiglieri di maggioranza insistevano per realizzare i lavori con l'avanzo di amministrazione di circa 150.000 euro, tutti gli altri gruppi hanno invocato di proseguire con i lavori (definiti prioritari da ognuno) come da DUP (Documento Unico di Programmazione) con l'attivazione di un mutuo.
La chiusura finale di Giuliana Soldadino al Sindaco Maria Teresa Perletti: "Lei non ha più la maggioranza" ha segnato la parola fine di un Consiglio drammaticamente storico, provocando probabilmente la fine ufficiosa di questa Amministrazione.

Rispondi