meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggeri acquazzoni 17°
Dom, 07/06/2020 - 11:20

data-top

domenica 07 giugno 2020 | ore 12:12

Tutti insieme... "Basta violenze"

La sensibilizzazione attraverso parole, testimonianze e azioni concrete e mirate. Dalla panchina rossa ad una mostra e moltri atri momenti in biblioteca a Vanzaghello.
Attualità - Basta violenze (Foto internet)

La sensibilizzazione attraverso parole, testimonianze e azioni concrete e mirate. La voce che si mischierà con una serie di momenti che coinvolgeranno la cittadinanza intera. E, poi, quel “No” gridato forte e chiaro contro il femminicidio e contro ogni forma di violenza sulle donne. L’appuntamento, allora, è per il prossimo 26 novembre, alle 20.45, in biblioteca a Vanzaghello con la posa di una panchina rossa come simbolo di dialogo e confronto e la lettura di una selezione di brani letterari che in vario modo affrontano proprio il tema degli abusi nei confronti delle donne. “La violenza contro le donne è la Guerra al terrore che deve essere combattuto su tutti i fronti: culturale, legale, filosofico, educativo, politico e personale insieme...” (Catherine Dunne): alla fine, sarà questa la frase che farà capolino e che riecheggierà per l’intera serata. Ma gli eventi in programma saranno differenti, perché ecco, contemporaneamente, anche la mostra fotografica ‘Con il cuore alla terra. Donne in agricoltura’ della fotografa Chiara Ciccocioppo, mentre, al termine, spazio all’intervento di Pierangelo Merlo, esperto di arti marziali e di difesa personale, insegnante di sistemi da oltre 15 anni, nel corso dei quali ha allenato e formato istruttori di krav maga per conto di varie Federazioni Italiane (tra le sue specializzazioni, vi sono le lezioni di difesa femminile basati sulla semplicità e su un preciso metodo che permette la difesa pure in condizioni di notevole svantaggio fisico rispetto agli avversari).

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi