meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Ven, 03/02/2023 - 06:50

data-top

venerdì 03 febbraio 2023 | ore 07:33

"Questa casa è già stata derubata..."

Carabinieri ad un posto di controllo (Foto internet)

Quel pomeriggio non c’era nessuno, eravamo tutti a lavorare”. E in men che non si dica, allora, ecco che i ladri sono penetrati nell’abitazione e si sono dileguati con il bottino. L’ennesimo furto in casa, l’ennesima famiglia visitata da malviventi che agiscono indisturbati (può essere giorno oppure sera o notte, non fa differenza) e poi via veloci con oggetti di valore e ricordi. “Erano le 17 circa di venerdì scorso - racconta Alessandro Bosetti - quando mia nipote che tornava da scuola mi ha chiamato”. La giovane gli ha riferito quanto aveva trovato al suo rientro: luci accese, porta scassata e tutto a soqquadro. “Io e mia madre abitiamo in una villetta messa a disposizione da mia zia e cugini al piano sopra...”, continua Alessandro (dal suo appartamento fortunatamente non hanno preso nulla), mentre: “A me hanno rubato 500 euro in contanti, che avevo in un cassetto del salotto,... per non contare il valore (anche affettivo) dell’oro e della bigiotteria sottratta a mia madre”, racconta Ricky Cusato, cugino di Alessandro. “La mia rabbia è molta perchè è una vigliaccheria quello che ci è successo e continua a succedere nella nostra zona”. E in effetti la banda, presumibilmente straniera, si muove tra Abbiategrasso, Magenta e i Comuni confinanti come appunto Boffalora sopra Ticino. Per il momento non ci sono stati sviluppi a riguardo del ritrovamento del denaro nè dei balordi. Ma, alla fine, l’ennesimo episodio di furto in quell’abitazione di via Foscolo, oltre agli oggetti trafugati, ha avuto anche e purtroppo un triste finale. Sì, perché il pincher di Alessandro è morto a causa del morso di un altro cane di taglia più grande (entrambi dello stesso Bosetti): “Durante la concitazione del momento, mentre i ladri erano all’interno della nostra proprietà, infatti, il cane più grande stava difendendo e salvaguardando l’incolumità del suo padrone ed ha colpito l’altro animale; almeno questo quanto ci è stato riferito dal veterinario”. Insomma, una triste storia che oltre ad aver portato via affetti personali, nel caos generale ha strappato la vita a un animale.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi