meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 20°
Sab, 13/08/2022 - 02:20

data-top

sabato 13 agosto 2022 | ore 02:33

Giornata Mondiale del Rene

Salute - Giornata Mondiale del Rene

Le patologie renali interessano in Italia il 7,5% degli uomini e il 6,5% delle donne. Prendersi cura dei propri reni è quindi fondamentale. Nel mondo, a soffrire di patologie renali è una persona su dieci e la maggior parte non ne è consapevole fino a quando è troppo tardi.
La malattia renale cronica, la cui incidenza si prevede che aumenti del 17% nell’arco dei prossimi 10 anni, è stata ufficialmente riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e da altre organizzazioni come un problema di salute pubblica globale. Obesità, diabete e ipertensione sono i fattori che mettono principalmente a rischio la salute dei nostri reni.
“I reni, salvo poche e particolari situazioni patologiche come i calcoli renali che possono dar luogo a coliche renali, le glomerulonefriti che danno ematuria (sangue nelle urine) o accumulo di acqua (edemi), sono spesso muti nelle loro manifestazioni di disfunzione e non danno segni clinici se non in una fase di gravità avanzata, quando compaiono intensa astenia, nausea, vomito, crampi muscolari” spiegano dalla Società Italiana di Nefrologia. “Il problema è che a questo punto è difficile tornare indietro e si rende necessario nella maggior parte dei casi solo il trattamento sostitutivo con la dialisi o il trapianto di rene”.
In genere solo il 20% dei pazienti in dialisi cronica sono iscritti nelle liste di attesa per il trapianto. Ogni anno sono circa 1600 i trapianti di rene in Italia e nel 2014 vi è stato un incremento del 4%.
Giovedì 12 marzo è un’occasione importante per prendersi cura della propria salute.
 Anche quest’anno, in occasione della Giornata mondiale del rene, la Nefrologia dell’Azienda Ospedaliera di Legnano si è attivata con la consueta iniziativa che prevede l’apertura al pubblico per lo screening della nefropatia basato sulla misurazione della pressione e l’esame urine. Lo screening verrà eseguito gratuitamente senza prenotazione o impegnativa. La Dialisi dell’Ospedale di Legnano sarà aperta al pubblico dalle ore 9 alle 16.30. La Dialisi dell’Ospedale di Magenta sarà aperta al pubblico dalle 9.30 alle 16.30.
Il ruolo fondamentale della prevenzione è dimostrato dai numeri. Lo scorso anno sono stati sottoposti a screening 356 persone. Di questi 16 hanno evidenziato valori pressori elevati, in assenza di trattamento antiipertensivo (4.5%), mentre 65 presentavano anomalie urinarie (18%) non note precedentemente. Tutti questi soggetti sono stati invitati a eseguire controlli nefrologici successivi. Per questo è caloroso l’invito del Direttore della Nefrologia legnanese, dottor Carlo Guastoni, a sottoporsi al test: “Quasi 5 milioni di italiani hanno una malattia renale cronica e molti di loro non sanno di averla. Diabete, ipertensione e malattie cardiovascolari sono tra i fattori che maggiormente contribuiscono al deterioramento della funzione renale, a cui vanno aggiunte malattie renali autoimmuni, malattie ereditarie e infezioni dell’apparato urinario. La ridotta funzionalità dei reni può comportare conseguenze gravi: aumenta il rischio di infarto, di scompenso cardiaco e di ictus e può progredite portando alla dipendenza dalla dialisi o dal trapianto renale. Prevenire il danno e la progressione delle patologie renali significa, perciò, migliorare lo stato di salute ed anche ridurre la spesa sanitaria per terapie molto costose. Eppure i nefrologi hanno la sensazione che il pericolo posto dalla malattia renale non sia adeguatamente percepito: la Giornata del rene, con le porte aperte degli ambulatori nefrologici dei nostri Ospedali, ha proprio l’obiettivo di sensibilizzare i nostri cittadini e di poter attuare uno screening di base molto importante ai fini della prevenzione”. Afferma il Direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Legnano, dottoressa Carla Dotti: “Fatevi un grande regalo: investite in salute, nella Vostra salute, e venite a trovarci giovedì”.
I danni al rene sono irreversibili, dunque la prevenzione, attraverso l’adozione di uno stile di vita sano e di un’alimentazione adeguata, è di fondamentale importanza. C’è ancora molto da fare per accrescere la consapevolezza dei pericoli legati alla malattia renale e quindi, in occasione della Giornata Mondiale del Rene, sono numerose nel mondo le iniziative locali volte a sensibilizzare la popolazione. Inoltre, è partita anche una campagna online a livello globale che punta alla partecipazione attiva dei cittadini attraverso la condivisione in rete di immagini, foto e messaggi di testimonianza. Per partecipare all’iniziativa internazionale, lanciata dall’International Federation of Kidney, basta pubblicare su twitter uno scatto che ci ritrae nell’atto di bere un bicchiere d’acqua, coinvolgendo la partecipazione attiva dei cittadini.
Per ultimo ricordiamo le dieci regole per la prevenzione delle patologie e delle complicanze renali: praticare attività fisica con regolarità, non fumare, fare attenzione alla gestione del peso corporeo, evitare un'alimentazione ipercalorica ad elevato contenuto di grassi, ridurre il consumo di sale e non eccedere nel consumo di proteine, evitare l’abuso di farmaci in particolare gli anti infiammatori non steroidei, sottoporsi periodicamente all’esame delle urine, conoscere il valore della creatinina contenuta nel proprio sangue, mantenere l’organismo correttamente idratato bevendo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, ridurre il consumo di bevande diverse dall’acqua.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi