meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto, leggera pioggia
Lun, 26/02/2024 - 09:20

data-top

lunedì 26 febbraio 2024 | ore 09:52

La mediazione civile e gli animali da compagnia

Secondo il rapporto Assalco -Zoomark nel 2022, sono 65 milioni gli animali da compagnia presenti nelle case degli Italiani, di cui l’8.8% cani.
Ambiente - Gatto in casa

Il 30 novembre 2023 a Monza, presso la sede della Camera di commercio, si terrà un evento aperto al pubblico, organizzato dalla Camera Arbitrale di Milano, per scoprire gli ambiti di applicazione della mediazione civile nelle liti e controversie che possono riguardare gli animali da compagnia, nonché l’importanza della comunicazione verbale e non verbale nella relazione “uomo-animali di affezione”.

Secondo il rapporto Assalco -Zoomark nel 2022, sono 65 milioni gli animali da compagnia presenti nelle case degli Italiani, di cui l’8.8% cani. È importante, quindi, conoscere gli strumenti a nostra disposizione per la risoluzione delle controversie che possono riguardare gli animali da compagnia, così come i mezzi per comprendere il loro linguaggio, per una serena e corretta convivenza. La mediazione può rappresentare una valida risposta per la risoluzione delle liti nelle materie di responsabilità sanitaria, condominio, diffamazione a mezzo stampa e responsabilità civile, materie che vedono coinvolti gli animali da affezione.

L’evento si focalizzerà, in particolare, sulla comunicazione del cane e con il cane e sull’importanza della comunicazione verbale e non verbale in sede di mediazione; grazie all’intervento di un educatore cinofilo, analizzeremo la comparazione tra comunicazione non verbale umana e animale e ci concentreremo sui segnali calmanti. I partecipanti potranno contribuire raccontando le proprie esperienze e l’educatore risponderà alle domande del pubblico, con l’aiuto di due simpatici cani presenti in sala.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento