meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto, leggera pioggia 11°
Sab, 02/03/2024 - 17:20

data-top

sabato 02 marzo 2024 | ore 18:16

Pet in viaggio, come comportarsi?

Quali accortezze bisogna avere se si ha intenzione di viaggiare insieme al proprio animale domestico? Ce lo spiega Emanuela Zonca, presidente dell'Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente di Novara.
Trasportino con animale generico

In questi giorni sui social sono apparsi molti post con gli scontrini che mettono in evidenza i costi aggiuntivi, esagerati, per servizi richiesti al bar o al ristorante che si dà per scontato essere compresi nel servizio. “In molti ci hanno telefonato per avere informazioni sul ‘pet additional’ – sottolinea la Presidente ANPANA NOVARA Emanuela Zonca - e a tal proposito può essere utile evidenziare alcuni punti fondamentali al fine di prevenire sorprese indesiderate al cliente che accede nelle strutture ricettive di ogni genere con il proprio amico a 4 zampe”.

Viaggiare con un animale comporta certe responsabilità, tra cui quella di far presente, al momento della prenotazione, che siamo accompagnati da un ‘pet’ in più che pernotta o mangia o viaggia con noi. Non si può arrivare al check-in e fare la sorpresa! Alcune strutture alberghiere con camere in tipologia superiore, ad esempio, non accettano animali. Alcuni ristoranti, per vari motivi, non permettono di entrare con un cane di media e grossa taglia. L'albergatore e il ristoratore non sono obbligati ad accettare l'animale (di qualsiasi taglia) e possono rifiutare la prenotazione o il posto a tavola.

Occorre porre attenzione nella lettura dei siti delle strutture ricettive ‘Per Friedly’ e delle loro pagine social, perché alcune accettano animali solo ‘su richiesta’. Normalmente viene applicato anche un piccolo extra, visto il maggior costo e lavoro per la pulizia delle camere che deve essere sempre pubblicato chiaramente. Se l'hotel offre ad esempio il ‘Welcome kit with the dog’, completo di elenco, è buona cosa verificare il costo del servizio. Se non è esposto chiedetelo!

Stessa cosa vale quando si viaggia in treno, in aereo, in autobus o con il taxi. Chiedete sempre una copia del regolamento della compagnia di trasporto per presa visione anticipata e il costo della corsa applicato al pet che viaggia con noi che potrebbe essere intero o ridotto in base alla taglia o alle dimensioni del trasportino.

“Fate sempre personalmente una telefonata alla struttura che avete scelto prima di procedere alla conferma della prenotazione – conclude Zonca – e per non dimenticare nulla durante la chiacchierata conoscitiva può essere utile preparare una lista delle curiosità o necessità che vogliamo esporre. Infine, non fermatevi a ciò che vi viene detto solo telefonicamente, fatevi inviare una e-mail con tutti i servizi offerti, quelli che avete richiesto e i relativi costi”.

Solo informandosi prima con attenzione sarà così possibile decedere se procedere nella prenotazione o passare al vaglio altre strutture e si spera senza supplemento per le informazioni/preventivi richiesti.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento