meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Mer, 01/12/2021 - 23:20

data-top

domenica 05 dicembre 2021 | ore 06:45

Fabian avanti anche nel 2022: "Sogno Parigi"

Alessandro Fabian ha annunciato di voler proseguire nella sua attività di triatleta professionista anche l’anno prossimo.
Sport - Alessandro Fabian

Alessandro Fabian ha annunciato di voler proseguire nella sua attività di triatleta professionista anche l’anno prossimo. A margine della 'Fabian Sponsor Experience', l’evento incentive dedicato ai suoi partner e al suo staff, il padovano ha annunciato di voler puntare alle massime competizioni del 2022, senza escludere la rincorsa a quella che sarebbe la sua terza partecipazione ai Giochi Olimpici dopo Londra 2012 e Rio 2016. Chiamato infatti solo come riserva quest’anno a Tokyo, Fabian ha dimostrato negli impegni di agosto e settembre di poter ancora competere ad altissimo livello, contribuendo in modo decisivo allo storico bronzo della staffetta mista azzurra alle World Championships Series. Mancano meno di tre anni a Parigi e Alessandro si sente pronto a inseguire il sogno a cinque cerchi. Supportato dal suo nuovo staff, punta a concludere la stagione al meglio alle WTS di Abu Dhabi di inizio novembre, e poi inizierà la pianificazione per il 2022. “Ho ancora la motivazione necessaria per andare avanti a gareggiare ad alto livello. Arriviamo da due anni difficili, ma sento di aver lavorato molto bene e ho fiducia per il futuro. Parigi 2024 non è così lontana e sognare non costa nulla – le parole di Alessandro Fabian – Programmerò la prossima stagione ascoltando il mio fisico, seguendo un piano di allenamenti mirato che mi consenta di prolungare il più possibile la mia presenza nel circuito internazionale e, perché no, che mi avvicini a distanze maggiori rispetto a quella olimpica”. Ottimista anche il suo capo-allenatore Josè Brborich, subentrato a Joel Filiol solo nel gennaio scorso: “Alessandro è pronto per andare avanti e grazie al suo entusiasmo e alla sua forza mentale riusciremo sicuramente a toglierci ancora qualche soddisfazione”. Ma non è solo quello agonistico il terreno su cui il triatleta più titolato d’Italia intende confrontarsi. Nel suo futuro ci sarà di nuovo spazio per i progetti legati alla tutela dell’ambiente e al rispetto della natura: congedato dal Gruppo Sportivo Carabinieri, l’atleta gestito dall’agenzia EIS ha infatti fondato una squadra, la «Elements», impegnata a pari livello a formare giovani atleti e a sensibilizzare le persone all’importanza dell’ecosostenibilità. Nel 2019 ha dato il via al progetto “Elements Fury” che aveva come obbiettivo la sensibilizzazione alla salvaguardia della regione Veneto, mentre l’anno scorso è diventato capitano dei “Green Heroes”, un gruppo di atleti che vuole diffondere un messaggio di sensibilizzazione su questi temi e che pianta foreste in giro per il mondo per compensare la proprio produzione di CO2.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento