meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante
Ven, 21/01/2022 - 17:50

data-top

venerdì 21 gennaio 2022 | ore 17:48

Maltempo: sopralluogo dei tecnici

Arriveranno in Lombardia lunedì sera, 9 agosto, i tecnici del Dipartimento Nazionale Protezione civile che effettueranno sopralluoghi presso i territori lombardi più colpiti dai violenti fenomeni temporaleschi (soprattutto Comasco, Varesotto, Bergamasco, provincia di Sondrio e Mantovano). Martedì e mercoledì, i sopralluoghi.
Territorio - Sopralluogo per il maltempo (Foto internet)

Arriveranno in Lombardia lunedì sera, 9 agosto, i tecnici del Dipartimento Nazionale Protezione civile che effettueranno sopralluoghi presso i territori lombardi più colpiti dai violenti fenomeni temporaleschi (soprattutto Comasco, Varesotto, Bergamasco, provincia di Sondrio e Mantovano). Martedì e mercoledì sono in programma le perlustrazioni da parte dei tecnici per la verifica dei danni relativa all'accertamento dello stato di emergenza. Lo ha annunciato l'assessore al Territorio e Protezione civile della regione Lombardia Pietro Foroni. "Un grande risultato raggiunto in tempi celeri - ha commentato Foroni - a dimostrazione dell'estrema attenzione di Regione Lombardia verso i territori duramente colpiti dal maltempo". "Come già reso noto - ha proseguito - ancora una volta ci siamo mossi immediatamente per permettere gli interventi più urgenti, molti dei quali non solo già iniziati, ma anche ultimati". "Regione Lombardia ha anticipato e anticiperà tutte le somme necessarie atte a garantire il ripristino della sicurezza nei Comuni maggiormente colpiti - ha concluso - in modo da riportare il più presto possibile alla normalità la vita degli abitanti costretti ad affrontare momenti di estrema difficoltà".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento