meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Mer, 01/12/2021 - 23:20

data-top

domenica 05 dicembre 2021 | ore 05:26

Farmacie e vaccini Covid

I farmacisti e le farmacie comunali della Lombardia sono pronti a contribuire alla campagna di vaccinazione contro il Sars-CoV-2 mettendo al servizio personale e strutture.
Salute - Vaccini Covid (Foto internet)

“I farmacisti e le farmacie comunali della Lombardia sono pronti a contribuire alla campagna di vaccinazione contro il Sars-CoV-2 mettendo al servizio della comunità personale e strutture”. E’ quanto dichiara Renato Acquistapace, coordinatore regionale Assofarm/Confservizi Lombardia*, annunciando la disponibilità degli operatori di questo capillare servizio pubblico, riconosciuto come presidio territoriale fondamentale durante questi mesi della pandemia, a offrire il proprio importante contributo. L’emergenza sanitaria che ha investito il nostro Paese ha costituito e ancora costituisce una drammatica sfida per l’intera società ed in particolare per il Sistema Sanitario nazionale e regionale. In questo quadro complesso in cui gli ambulatori di medicina territoriale e le strutture ospedaliere hanno avuto difficoltà enormi, il sistema–farmacia si è dimostrato un valido e insostituibile presidio territoriale di prima istanza. “Le oltre 400 farmacie comunali lombarde (1600 in Italia) - aggiunge Acquistapace - hanno interpretato con coraggio e responsabilità il proprio ruolo sanitario, rimanendo sempre aperte in questa fase drammatica della vita del Paese, dimostrando ancora una volta il loro potenziale all’interno del Sistema Sanitario Nazionale, mettendo a disposizione delle istituzioni e dei cittadini le capacità professionali, la vocazione assistenziale e la capillare presenza territoriale. Confservizi Lombardia, a nome delle farmacie comunali che rappresenta, fin d’ora si rende disponibile a dialogare con Regione Lombardia per programmare modalità, criteri e tempi della campagna vaccinale contro il Sars-CoV-2, mettendo a disposizione personale e strutture”. Una scelta che si inserisce in un percorso avviato da tempo da Assofarm, la Federazione del settore farmaceutico pubblico e con essa in ambito regionale Confservizi Lombardia, volto al riconoscimento di un ruolo decisivo per le farmacie nell’ambito sanitario. “Non vogliamo attestazioni formali - chiosa il Coordinatore Regionale Assofarm/Confservizi Lombardia - ma solo svolgere la missione per cui le nostre farmacie pubbliche sono nate. Vogliamo essere messi nelle condizioni di poter esplicare tutte le potenzialità e, finalmente, contribuire attraverso un maggior coinvolgimento professionale alle future iniziative sanitarie riguardanti la vaccinazione anti Covid”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento