meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 24°
Lun, 03/08/2020 - 13:50

data-top

lunedì 03 agosto 2020 | ore 14:19

Il presepe della famiglia Scarpati

Una passione... di famiglia! E il loro lavoro si è aggiudicato il 2° premio per la categoria 'famiglie' al Concorso Presepi indetto dalla FOM.
Inveruno - Premio alla famiglia Scarpati per il presepe

Una vera passione che, ogni anno, coinvolge tutta la famiglia Scarpati di Inveruno nella realizzazione del presepe. Sabina Garanzini ci descrive così l'emozione del marito Gaetano, che più di tutti ha a cuore questa tradizione bella e significativa, riuscendo a coinvolgere i figli Matteo, 11 anni, e Samuele, 16 anni: “Per realizzare il presepe (che si è aggiudicato il 2° premio per la categoria 'famiglie' al Concorso Presepi indetto dalla FOM, giunto alla 67° edizione per la Città di Milano e alla 32° per la Diocesi di Milano, ndr) abbiamo utilizzato diversi materiali: legno, rami di pino e altri materiali di recupero raccolti con i ragazzi nel periodo che precede la composizione del presepe, e poi pietre un po' particolari per ricreare le strade e l'ambientazione giusta. Le statuine sono quelle del nonno di mio marito, di origini campane, anche lui un grande appassionato nella costruzione di presepi, che ha tramandato a tutti questo amore e impegno nel “fare il presepe”! Il presepe viene completato nei giorni dell'Immacolata, come da tradizione, ma già nei giorni precedenti si inizia l'allestimento del grande presepe in soggiorno”. Tanta soddisfazione ed emozione (quando si è appreso di essere tra i premiati e domenica 12 gennaio alla premiazione a Milano) per questo riconoscimento, a livello diocesano, che premia e valorizza un lavoro che viene portato avanti, di generazione in generazione, con il cuore.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento