meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 12°
Gio, 28/05/2020 - 06:50

data-top

giovedì 28 maggio 2020 | ore 07:24

'Plastic Free – Challenge'

'Plastic Free – Challenge'. È questo il titolo dell’incontro con la cittadinanza e le imprese del territorio che si svolgerà, sabato 18 gennaio alle 21, a Santo Stefano Ticino.
Santo Stefano Ticino - 'Plastic Free - Challenge'

'Plastic Free – Challenge'. È questo il titolo dell’incontro con la cittadinanza e le imprese del territorio che si svolgerà, sabato 18 gennaio alle 21, a Santo Stefano Ticino, nell’auditorium comunale. Organizzato dal Comune, in collaborazione con ASM (l'Azienda Speciale Multiservizi del Magentino), lo Studio Ecologo e Agenda 21 Est Ticino, lo scopo dell'appuntamento è quello di informare sulla corretta gestione dei rifiuti in plastica e sui gravi danni che questo materiale può provocare all’ambiente e alla salute degli esseri viventi, se non correttamente smaltito, in particolare attraverso le cosiddette 'microplastiche', fibre più piccole di un millimetro che facilmente raggiungono e persistono nell’ambiente in grandi quantità, soprattutto negli ecosistemi marini ed acquatici, dove vengono ingerite dai pesci e, di conseguenza, possono entrare direttamente o indirettamente nella catena alimentare dell’uomo. L’incontro si aprirà con i saluti del sindaco Dario Tunesi, per proseguire con la proiezione del cortometraggio 'Plastic River' di Manuel Camia e gli interventi dei relatori Aldo Amadori, direttore di ASM, sul 'Servizio di raccolta delle plastiche', Manuela Vailati dello Studio Ecologo sul tema 'La Plastica: usi, gestioni e destini' e l’esperta Giusi Gagliardi su 'Un mare di rifiuti'. Al termine, si lascerà lo spazio per le domande da parte del pubblico.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento