meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 15°
Lun, 14/10/2019 - 01:20

data-top

lunedì 14 ottobre 2019 | ore 01:45

Alzheimer: cura e assistenza

Tra le priorità per Regione Lombardia. Così, ecco che per il 2019 sono stati previsti 1.670 posti aggiuntivi nei nuclei dedicati, che si aggiungono ai 2.926 già esistenti.
Salute - Cura e assistenza per l'Alzheimer (Foto internet)

"La cura e l’assistenza dei malati di Alzheimer rappresentano per Regione Lombardia una priorità assoluta: tant’è che per il 2019 abbiamo previsto 1.670 posti aggiuntivi nei nuclei dedicati e attrezzati, che si aggiungono ai 2.926 già esistenti”. Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera. “Abbiamo messo in primo piano - ha aggiunto - la cura della persona e il sostegno ai familiari che spesso rappresentano dei veri e propri ‘care-giver’. Le demenze rappresentano una delle maggiori cause di disabilita’ nella popolazione generale, ed in quella anziana in particolare e richiedono una qualificata rete integrata di servizi sanitari e socio-assistenziali per fronteggiarle”. Nell’ambito del modello organizzativo adottato dalla Regione per dare risposta ai bisogni delle persone in condizione di cronicità e fragilità, garantendo continuità nell’accesso ad una rete dei servizi integrata, si colloca la filiera di servizi/misure/progetti rivolti alle persone affette da Alzheimer. “Abbiamo indicato alle Agenzia per la Tutela della Salute (ATS) - ha spiegato Gallera - di portare il livello dei posti a contratto nei nuclei Alzheimer ad un parametro di ‘2 ogni 1000 anziani over 65’. Per questo, in Lombardia avremo 4.596 posti complessivi per le persone affette da demenze e in particolare da Alzheimer”. Ancora: “Abbiamo stanziato 33 milioni di euro nel 2019 - ha proseguito Gallera - quale supporto all’assistenza domiciliare con la Misura RSA Aperta, finalizzata a sostenere il mantenimento il piu’ a lungo possibile delle capacià residue delle persone beneficiarie e rallentare il decadimento delle diverse funzioni. La misura offre inoltre un sostegno al caregiver, spesso un familiare, nell’espletamento delle attività di assistenza assicurate. A sostegno di un distema flessibile ed articolato di risposta ai bisogni della persona, la Regione prosegue la sperimentazione del modello innovativo di assistenza e presa in carico della persona affetta da demenza rappresentato dal Villaggio Alzheimer destinando a questo progetto 2 milioni di euro”.

Invia nuovo commento