meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia 12°
Lun, 20/05/2019 - 08:20

data-top

lunedì 20 maggio 2019 | ore 09:25

'Senti chi parla'

Tre gli autori: Massimo M. Veronese, Maurizio Pittiglio e Simonetta Caminiti.
Rubrica 'Note in Vista' - 'Senti chi parla'

Avete già scritto la letterina per Babbo Natale? La mia è pronta da tempo perché credo a Papà Noel, fa bene all'animo! Chi non ha ancora pensato ai regali di Natale? Alla fine non è mai troppo presto perché coi ritmi di oggi bisogna giocare di anticipo, soprattutto in questi giorni dove gli acquisti ci vengono 'imposti' dall' 'All Black' in ogni categoria, ma personalmente sui vari 'Black Day' ho il rifiuto che parte dalla logica. Senza ombra di dubbio, e forse è anche palese, delle varie compere il maggior interesse sarà per la tecnologia. Sui libri lo spero.
Recentemente sono rimasta affascinata da un 'Signor' libro parlante. No, non un audio libro. Sono per il profumo della carta stampata, per il segnalibro al posto della piega a orecchio d'asino, e per l'immergermi nelle parole nero su bianco. Tre gli autori: Massimo M. Veronese, Maurizio Pittiglio e Simonetta Caminiti che, uniti dalla stessa passione, hanno lavorato per anni a questo incantevole libro nello stile enciclopedia, per la ricercatezza di grafica e contenuti, proponendolo con la 'delicatezza' del volume unico. IL LIBRO, senza precedenti. 160 pagine a colori, più di 300 illustrazioni, edito da Anniversary Books e distribuito da Goodfellas, "Senti chi parla - le 101 frasi più famose del cinema (e chi le ha dette veramente...)" racchiude magicamente, o tecnologicamente grazie ai QR Code, le voci dei doppiatori italiani che grazie al loro talento hanno fatto del doppiaggio Made in Italy una vera arte senza eguali. E' stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia ed è la prima volta che il doppiaggio ha un suo vero e proprio spazio al Festival del Leone D'Oro.
La passione del cinema non è necessariamente la motivazione principale per l'acquisto di questo libro. Gli autori sono stati molto bravi a creare un 'assaggio' dell'arte del doppiaggio mettendo a disposizione una curiosa modalità di cultura. Perché sempre di cultura si tratta.

Invia nuovo commento