meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante -4°
Lun, 06/12/2021 - 04:50

data-top

lunedì 06 dicembre 2021 | ore 04:17

Effetto 'Weinstein': ossessione o occasione?

Rubrica 'Il bastian contrario' - Effetto 'Weinstein'

Se la violenza subita da qualcuno diventa l’occasione, per rivendicare un ruolo sulla “scena”, non solo si è sceso il gradino che porta dall’ossessione, malata e schifosa di chi molesta, all’occasione, furba di rivedere il proprio nome sui giornali, ma si è superato il limite della decenza, in favore di un’isteria moralista e collettiva, che non nasconde nient’altro che l’ipocrita condanna ad un meccanismo ben noto e mai contestato dall’interno, anzi ben fruttuoso per chi ne ha usufruito, la quale violenta, per la seconda volta, l’onore di chi vittima la è stata per davvero. È necessario fare chiarezza sulle conseguenze del caso, che da giorni riempie le prime pagine dei giornali. Denunciare presunti abusi passati sembra essere diventata una nuova moda, che le ex star, una tempo alla ribalta, utilizzano per recuperare credibilità e sfamare l’ego, che spesso le accompagna. L’assurdo è che, in alcuni casi, è anche grazie a questi presunti abusi passati, che esse sono diventate quello che erano, ma non hanno denunciato per paura di non “arrivare”. Un circolo vizioso; un cane che si rimorde la coda nel momento del bisogno. Un meccanismo vincente, anche prima di trovar le prove, perché la condanna è immediata e mediatica. Inoltre, spesso, per convenienza, le denunzianti tendono a fare confusione tra molestia ed avance, considerando quest’ultima una perifrasi del primo termine. In realtà esiste un’abissale differenza, tra i due sostantivi, in quanto, citando una recente intervista di Ilary Blasi, una che in quel mondo ci lavora, l’avance si può rifiutare, l’abuso è imposto. Adesso, dopo Weinstein, Tornatore, è il caso di Fausto Brizzi, ma nel ripetere il giochino si è evoluto un parametro: meglio denunciare in tante lo stesso. Appunti per Asia Argento, che ha scelto la strada del femminismo part-time. Fuori dai denti: la condanna alla violenza così come la giustizia per chi la subisce sono imprescindibili e doverose, la denuncia ad orologeria, da verificare, spesso.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento